San Lazzaro di Savena (Bologna), 3 giugno 2021 - “L’Emilia Romagna è un fiore all’occhiello di una nazione che, per vaccinazioni, è tra le prime d’Europa. Il meccanismo è talmente oliato che ad oggi contiamo 35 milioni di somministrazioni. Qui l'organizzazione è ecomiabile”. Il generale Paolo Francesco Figliuolo (video), commissario straordinario all’emergenza Coronavirus, promuove a pieni voti la Regione nella gestione della campagna vaccinale (oggi sono partiti gli sms per gli over 40) e non se la prende nemmeno per il caos all'open day di Bologna del 2 giugno (video): "Le immagini dell'open day? Qualcuno credo abbia chiesto scusa, ma ci sono tanti lati positivi: questa regione ha un senso civico altissimo, c'è stata una grande risposta di giovani che hanno aspettato tutta la notte per il vaccino perché i vaccini ci danno la libertà. Questa confidenza nella scienza è quello che ho sempre chiesto".

Emilia Romagna: la zona bianca arriverà il 14 giugno

image

Donini: mai più

A fare il mea culpa i pensa l'assessore Raffaele Donini: "Per quello che riguarda la gestione della giornata di ieri a Bologna ha già spiegato il direttore dell'Ausl Bordon, come Regione non posso che essere dispiaciuto per gli assembramenti che si sono prodotti, non vorrei comunque venisse dimenticato il grande sacrificio e sforzo che hanno fatto tutti gli operatori sanitari per vaccinare comunque 3mila persone, quasi il triplo di quelle che erano state identificate alla vigilia. Le scene di ieri non si rivedranno mai più, nel senso che come Regione interverremo condividendo con le aziende sanitarie le modalità più proprie per gestire eventi importanti come quello di ieri", ha concluso Donini.

"Ringrazio l'assessore Raffaele Donini per tutto quello che sta facendo: vi assicuro che è un'organizzazione davvero eccellente. Questo non è solo un taglio del nastro - ha precisato il generale - ma noi qui, tutti insieme, dimostriamo che il taglio del nastro è solo l'inizio dell'attività. Anzi, spesso sono chiamato a inaugurare strutture che sono già in funzione"

Vaccini in vacanza: serve flessibilità

"Dalla conferenza delle Regioni mi arriverà una proposta per intercettare eventuali persone in altre regioni. Chiaramente noi siamo a disposizione e faremo in modo che la logistica saprà correre ed essere flessibile, e quindi dare la possibilità di andare incontro alle esigenze dei nostri cittadini": ha spiegato a proposito della possibilità dei vaccini in vacanza. "È chiaro però  - continua il generale - che la prima cosa da fare è essere flessibili fin dall'inizio nelle prenotazioni: sappiamo che i vaccini a mRna prevedono la seconda dose entro 42 giorni, quindi in quel range bisogna essere flessibili, così come nel range tra le 4 e le 12 settimane per il vaccino AstraZeneca. Johnson invece elimina il problema, essendo a dose unica: è stata una buona scelta qui quella della Regione, fra l'altro, di assegnarlo alle categorie produttive".

Vaccini: in arrivo Astrazeneca e Moderna

"L'afflusso non avviene in maniera costante e uniforme, ma tra stasera e domani arriveranno 1,7 milioni dosi di AstraZeneca e 400.000 dosi di Moderna. A seguire, dall'8-9 giugno arriveranno ulteriori dosi di Moderna e Johnson & Johnson, e altri tre milioni di Pfizer. Quindi, le proiezioni che ho mi portano sui 20 milioni". Certo, continua il generale-commissario, "ne avessimo avuti 40 milioni sarebbe stato meglio. Ma consideriamo che abbiamo inoculato già 23,5 milioni di prime dosi: quindi, anche se solo la metà sono prime dosi, arriviamo sui 35 milioni, su una platea a livello nazionale di 54 milioni. A fine giugno, quindi, potremmo essere ancora più al sicuro di oggi".

Il generale Paolo Francesco Figliuolo, commissario straordinario all’emergenza Coronavirus, ha inaugurato l’hub vaccinale sanlazzarese del Gruppo Unipol. Un taglio del nastro a cui erano presenti l’Ad e Ceo Gruppo Unipol, Carlo Cimbri, del Presidente Gruppo Unipol, Pierluigi Stefanini, e delle Istituzioni regionali locali. Tra queste il sindaco di San Lazzaro Isabella Conti, il direttore generale dell’Azienda Usl di Bologna Paolo Bordon, il direttore sanitario Azienda Usl Lorenzo Roti, l’assessore regionale alla Salute Raffaele Donini, il comandate provinciale dei Carabinieri colonnello Pierluigi Solazzo, il Comandante della Compagnia di San Lazaro il maggiore Giulio Presutti e il comandante della Stazione maresciallo Raffaele Iolo, il questore di Bologna Gianfranco Bernabei. 

"Ringrazio l'assessore Raffaele Donini per tutto quello che sta facendo: vi assicuro che è un'organizzazione davvero eccellente. Questo non è solo un taglio del nastro - ha precisato il generale - ma noi qui, tutti insieme, dimostriamo che il taglio del nastro è solo l'inizio dell'attività. Anzi, spesso sono chiamato a inaugurare strutture che sono già in funzione"

Covid: le notizie di oggi

Limite di 4 persone al tavolo, le Regioni "sorprese" dal governo. Oggi tavolo tecnico

Zona bianca in tutta l'Italia dal 21 giugno, tranne la Valle D'Aosta

Vaccini Covid, caccia agli Open Day: ecco come funzionano

Vaccino Covid, prenotazioni per tutti. Guida: efficacia, dosi, tempi, effetti collaterali

Chiara Ferragni si vaccina: "Fatelo tutti"

Visite a parenti e amici: rebus orari. Differenze tra zona bianca e zona gialla