Quotidiano Nazionale logo
5 mag 2022

Finanziarsi l’Università, ecco come fare

Il liceo Malpighi impegnato nel garantire un’istruzione di qualità agli studenti. Con Habacus prestiti più sostenibili per le famiglie

Il liceo Malpighi si preoccupa del futuro dei suoi studenti e organizza un incontro, dal titolo “Un ponte verso il futuro“, con la startup Habacus, impegnata nel finanziamento degli studi per i giovani. È chiaro ormai quanto sia importante per il futuro degli alunni il loro percorso formativo o accademico. Ma si sa, la formazione è costosa e spesso i ragazzi, nonostante i buoni propositi, sono costretti a rinunciare ai propri sogni e alle proprie ambizioni per mancanza di soldi. All’interno di un contesto instabile come quello attuale, la rettrice del liceo, Elena Ugolini, mette a fuoco l’importanza di una solida istruzione.

"C’è il bisogno di un sistema che incentivi l’istruzione – afferma il fondatore della startup, Paolo Cuniberti – . Habacus è impegnata nella creazione di un ponte tra enti formativi e sponsor, mantenendo il focus sullo studente".

Il modello statunitense non è poi così lontano. Attraverso un algoritmo, Habacus è in grado di garantire prestiti basati sulle capacità degli studenti valutandoli nel loro complesso attraverso un parametro di ’merito inclusivo e non discriminante’.

L’iniziativa è rivolta ai giovani alunni in prospettiva di un percorso di formazione universitario, permettendo lo svolgimento degli studi in Italia o all’estero e concedendo prestiti ad hoc anche per l’eventuale vitto e alloggio; ma non solo. Molti sono anche i corsi post-diploma e di formazione professionale per avviare i giovani alla carriera.

I vantaggi per i ragazzi sono innumerevoli: la possibilità di intraprendere gli studi dei propri sogni senza troppe rinunce o sacrifici e la possibilità di creare un prestito flessibile, per quanto riguarda obblighi e tempi di restituzione.

Insomma, il futuro è dei giovani, è sempre più importante investire su di loro. Il liceo Malpighi e Habacus non si tirano certo indietro, con l’obiettivo di aiutare i propri studenti e indirizzarli nel loro percorso di crescita. Il peso economico degli studi "non sarà più una limitazione e i ragazzi potranno guardare al futuro con uno sguardo di intraprendenza".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?