In via delle Moline sarà tolto il fittone, ma anziché  le telecamere verranno posizionate delle fioriere
In via delle Moline sarà tolto il fittone, ma anziché le telecamere verranno posizionate delle fioriere

Bologna, 14 marzo 2018 - Corte Galluzzi, via delle Moline, via de’ Falegnami. Sono i tre punti della città che oltre a piazza Santo Stefano e piazza San Domenico cambieranno in qualche modo pelle. La pennellata strategica dell’assessorato alla Mobilità, guidato da Irene Priolo, è contenuta nell’atto di indirizzo approvato ieri dalla giunta. Ci vorrà un po’ di tempo però per vedere a regime le singole misure. Vediamo come e perché.

Corte Galluzzi. L’assessore Priolo, intercettata a Palazzo d’Accursio a fine giunta, ha confermato i contenuti dell’atto anticipato in commissione sabato scorso e spiegato alcune misure non svelate. La principale è un passo storico: nella centralissima piazzetta tra via d’Azeglio e piazza Galvani, il Comune installerà delle telecamere per stroncare la sosta selvaggia. In Corte Galluzzi non esistono fittoni, per cui non dovranno essere rottamati. Si procederà quindi all’installazione di occhi elettronici nella parte pubblica, per salvaguardarne la bellezza e il valore architettonico.

Via della Moline. Via il fittone invece nell’arteria della zona universitaria, che sarà riqualificata anche dal punto di vista turistico e commerciale. In via delle Moline però, all’incrocio con Largo Respighi, non verranno installate telecamere in luogo del fittone, verranno invece posizionate delle fioriere. Bisognerà aspettare che tutto il progetto di re-maquillage vada a compimento, in ipotesi – ma ci sarà un confronto con commercianti e residenti – continuerà a essere garantito il transito da via Mentana e via Oberdan. Come anche da via Righi verso via capo di Lucca.

Via de’ Falegnami. Piccola rivoluzione anche nella traversina di via Indipendenza. Anche qui verrà rottamato il fittone e sarà possibile l’accesso agli autorizzati e al carico e scarico fino al passo carrabile sulla destra, a metà via. Subito dopo verranno installate delle fioriere e comincerà una piccola pedonalità fino a via Galliera. Le modalità e i tempi passeranno da un confronto con residenti e commercianti.