I quattro minorenni sono stati identificati dai carabinieri
I quattro minorenni sono stati identificati dai carabinieri

Argelato (Bologna), 18 marzo 2020 - Quattro ragazzini tra i 15 e i 17 anni sono stati denunciati dai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Persiceto per aver tentato di rubare un’auto ad Argelato. Il fatto, secondo quanto ricostruito dai militari che li hanno segnalati al Tribunale dei minori di Bologna, sarebbe accaduto dieci giorni fa vicino al centro del paese. È qui che i giovani, tutti italiani residenti in zona, hanno prima danneggiato un’utilitaria per entrare nell’abitacolo e rubarla a un operaio, che l’aveva lasciata parcheggiata in strada. Il gruppetto di minori, all’interno del quale per ovvie ragioni di età oltretutto non c’era nessuno con la patente di guida, non è riuscito a mettere a segno il furto perché sul posto sono intervenuti gli uomini dell’Arma, che da tempo li stavano controllando.

I giovani avevano già messo a segno altri furtarelli nella zona di Argelato e non solo. Il proprietario dell’auto casualmente è rientrato e li avrebbe scoperti, senza riuscire a riconoscerli. I carabinieri, però, li hanno raggiunti e identificati. Avviate le indagini, i militari sono presto riusciti a risalire ad altri reati commessi dai ragazzini. I minori sono stati quindi convocati in caserma con i rispettivi genitori e hanno ammesso le proprie responsabilità, tentando di giustificarsi dicendo che si era trattato di una ‘bravata’. Ora dovranno comunque rispondere di tentato furto e ripagare i danni provocati. Grazie alle telecamere della videosorveglianza i carabinieri cercheranno di ricostruire i reati commessi dai ragazzini nelle settimane precedenti.

Gli uomini dell’Arma stanno cercando di collegarli ad altre razzie nelle auto, con l’aiuto della polizia locale dell’Unione Reno Galliera del comandante Massimiliano Galloni. Il sindaco Claudia Muzic si complimenta con berretti bianchi e carabinieri: "In un periodo così particolare e intenso come questo l’attività delle forze dell’ordine sul nostro territorio continua a tutto campo con il massimo dell’impegno. Li ringrazio, quindi, anche per avere portato a termine questa operazione. Lo faccio a nome di tutta la comunità argelatese e come amministrazione comunale continueremo a fare la nostra parte collaborando nel mettere a disposizione strumenti utili al controllo del territorio. Anche quest’anno prevediamo infatti di aumentare il numero di telecamere del Targa System, a lettura ottica della targa, e di controllo di contesto nelle zone più critiche, in accordo con l’Arma dei carabinieri e la nostra polizia locale".