Simone Maggioreni, uno dei responsabili, davanti al deposito in cui sono stati rubati i lettini
Simone Maggioreni, uno dei responsabili, davanti al deposito in cui sono stati rubati i lettini

San Giovanni in Persiceto (Bologna), 16 maggio 2019 - Rubati circa 250 lettini alla piscina di San Giovanni in Persiceto di via Castelfranco. «I ladri – racconta Simone Maggioreni, uno dei responsabili dell’impianto –, durante la notte o la mattina presto, hanno forzato un cancello secondario e sono entrati probabilmente con un furgone fino davanti al nostro deposito - magazzino, nella fattispecie una struttura in legno, dove teniamo, tra le altre cose, i lettini. Con il furgone hanno abbattuto un paletto per posizionare il mezzo proprio davanti all’ingresso del deposito. Quindi hanno scassinato la porta del magazzino e portato via i lettini lasciandone una piccola parte». E continua: «Penso che si possa trattare di un furto su commissione. Non credo proprio che uno si tenga centinaia di lettini in un cortile».

La dirigenza della piscina ha sporto regolare denuncia alla locale stazione dei carabinieri. I militari dell’Arma stanno ora indagando sull’accaduto per risalire agli autori del furto. Tuttavia i lettini, peraltro con grafiche riconoscibili, potrebbero essere già stati portati fuori dai confini italiani.

L’impianto di Persiceto, di proprietà di Idropolis, è gestito da Sogese, e conta di due vasche al coperto e di altre vasche all’aperto, tra cui una olimpionica, e una per bambini piccoli. E conta di numerose attività in acqua puntualmente organizzate e di uno scivolo montato tutto l’anno.

«In tanti e tanti anni di apertura al pubblico – continua Maggioreni – una cosa del genere non era mai successa. E siamo davvero rimasti allibiti. Ora, in vista dell’imminente stagione estiva, dovremo ricomprare i lettini per attrezzare come si deve la zona esterna della nostra bella piscina».