Bologna, 11 settembre 2018 - Erano entrati all'interno del deposito mensa dell'ospedale Maggiore per tentare di rubare più cose possibili. Il piano di due ladri, entrambi milanesi di 47 e 49 anni, però, non è andato a buon fine per il tempestivo intervento della polizia, che li ha arrestati con l'accusa di tentato furto aggravato in concorso.

A lanciare l'allarme è stato un dipendente dell'ospedale, che ha visto prima due uomini armeggiare vicino alla porta del deposito e poi entrare. Il testimone ha chiamato subito la vigilanza e i due ladri a questo punto si sono chiusi dentro.

Poco dopo sono arrivate alcune volanti e in contemporanea i poliziotti hanno notato due uomini fuggire a piedi: ne è nato un inseguimento per le strade attorno all'ospedale, che si è concluso in via Emilia Ponente, all'incrocio con via Prati di Caprara. Qui i due milanesi sono stati arrestati: uno aveva addosso un cacciavite, l'altro un paio di forbici.