Un vino bianco (foto d'archivio Ansa)
Un vino bianco (foto d'archivio Ansa)

Bologna, 9 giugno 2017 - Un menù che "riprenderà al meglio i prodotti del territorio, con materie prime di massima qualità", per "riproporre il valore culinario dei nostri piatti, volano fondamentale dell'economia turistica di Bologna". Così il direttore di Ascom Bologna, Giancarlo Tonelli, commenta il contributo dei ristoratori aderenti all'associazione alla cena di gala in occasione del G7 Ambiente, che si terrà domenica al Savoia Regency Hotel. Tra i piatti proposti, ci saranno "il tortellone tipico bolognese ripieno di ricotta dell'Appennino, faraona alla cacciatora in bianco, e dolci tipici del territorio bolognese". Non mancherà, poi, il contributo dei panificatori, che per l'occasione hanno creato "un nuovo tipo di pane che contiene solo l'1,4% di sale", chiamato 'pane dell'ambiente', e commercializzato a Bologna e provincia già dall'8 maggio. 

La cena di gala sarà accompagnata da quattro vini prodotti da altrettante aziende dei Colli bolognesi. Si partirà con il 'Pignoletto spumante Docg Cuvée Nettuno', "ottimo per un aperitivo", mentre durante la cena saranno serviti il 'Bianco Bologna doc', e il rosso doc 'Controluce'. Finale in dolcezza con il vino da dessert Malvasia aromatica. Soddisfatto Giacomo Savorini, direttore del Consorzio  vini colli bolognesi, che sottolinea come la viticoltura "sia un presidio inestimabile per il territorio, da un punto di vista economico ma anche per la salvaguardia ambientale di un paesaggio che altrimenti rischierebbe l'abbandono". 

Sarà presente, infine, anche la Mutua Salsamentari 1876, che porterà gli assaggi dei salumi tipici bolognesi, presentando anche "una mostra di prodotti che spazierà dai frutti della terra, ai formaggi, alle preparazioni di salumeria e gastronomia, anche vegane e vegetariane".