Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
18 mag 2022

Giro d’Italia a Bologna oggi: la carovana rosa è passata. Dainese vince la tappa

Ali di folla hanno accolto l'arrivo dei ciclisti. Disagi alla circolazione nella mattinata anche a causa della modifica dei percorsi dei mezzi pubblici

18 mag 2022
paolo rosato
Cronaca

Bologna, 18 maggio 2022 - E' quasi volata la tappa 11 del Giro d’Italia passata Bologna nel primo pomeriggio. Una giornata di festa per i colori azzurri: colpo di scena sul traguardo di Reggio Emilia: un italiano, Alberto Dainese, batte in volata Gaviria e Démare, centrando la prima vittoria tricolore di quest'anno.

Approfondisci:

GIro d'Italia 2022 oggi: Dainese stacca tutti e vince la tappa di Reggio Emilia

Da cartolina il passaggio nella città felsinea anche se la raffica di strade chiuse per consentire il transito della Caravona Rosa ha causato molti disagi per gli spostamenti dei lavoratori a cavallo della pausa pranzo, trasporto pubblico inevitabilmente rallentato. Ma c'è stato anche tanto entusiasmo per l'arrivo dei ciclisti che alle 15, e 15 avevano attraversato Bologna: centinaia i tifosi che malgrado il caldo torrido si sono accalcati sui parapetti sin dall'ora di pranzo, tra loro tanti giovanissimi. 

Poco prima delle 15 l'arrivo dei corridori a San Lazzaro, alle porte della città. Momento condito anche da un colpo di scena, con la caduta di Richie Porte in una curva. Poi lo scenografico passaggio a porta Santo Stefano con il gruppo che sfreccia sui viali, pochi minuti, ma carichi di adrenalina: città alle spalle, ora tocca a San Giovanni in Persiceto, dove a tentare un nuovo attacco di ha pensato Carpaz.

A segnare la gara è però lo scatto del belga De Bondt a 58 chilometri dall'arrivo, che matura sul gruppo una ventina di secondi di vantaggio. 

Giro d’Italia a Bologna oggi: lo spettacolo della maglia Rosa. Le foto
Giro d’Italia a Bologna oggi: lo spettacolo della maglia Rosa. Le foto

 

Caloroso l'abbraccio di Bologna,  piena di pubblico ad applaudire i ciclisti. In fuga c'erano Filippo Tagliani (Drone Hopper Androni Giocattoli) e Luca Rastelli (Bardiani CSF Faizanè) che pedala vano con un vantaggio di 4' ma, anche se c'era vento, il gruppo tirava come un forsennato, deciso a mettere la parola fine. In vista di Bologna il gap scende a 2' ma è salutando la Madonna di San Luca che finisce la fuga dei due battistrada.

Traguardo volante a Toscanella

Intorno alle 14,30 i primi due fuggitivi (con in testa Filippo Tagliani) hanno passato Toscanella di Dozza al km 76,4 della tappa (video di Mattia Grandi), dove si trova un 'traguardo volante' in onore del pasticciere di Tonino Berti, scomparso poco tempo fa, e fondatore dello storico locale, e amico dei grandi campioni del Ciclismo, tra i quali anche Marco Pantani. Il gruppone transita circa quattro minuti dopo. In vista ci sono Castel San Pietro, Ozzano e poi an Lazzaro, prima di arrivare alle porte della città. 

Il traguardo volante di Toscanella
Il traguardo volante di Toscanella

Le tappe: Santarcangelo invasa dai tifosi - Reggio Emilia in festa - Parma, la mappa delle strade chiuse

Girmay si ritira: tappo di spumante nell'occhio

Biniam Girmay non era al via oggi nell'11esima tappa del Giro d'Italia, 203 km da Sant'Arcangelo di Romagna a Reggio Emilia. Il 22enne eritreo della Intermarché-Wanty-Gobert aveva ottenuto martedì la prima vittoria di sempre di un africano nero in un grande giro, battendo in volata a Jesi Mathieu Van der Poel. Durante la cerimonia di premiazione, il tappo dello spumante lo aveva colpito all'occhio sinistro costringendolo ad andare all'ospedale di Jesi.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?