Quotidiano Nazionale logo
19 apr 2022

Gli architetti del futuro progettano l’ex Siapa

Sopralluogo di una ventina di studenti dell’Università di Bologna nel sito industriale dismesso per preparare la tesi di laurea

Gli studenti di architettura in visita nell’area dell’ex Siapa per preparare le loro tesi di laurea
Gli studenti di architettura in visita nell’area dell’ex Siapa per preparare le loro tesi di laurea
Gli studenti di architettura in visita nell’area dell’ex Siapa per preparare le loro tesi di laurea

Una ventina di studenti del dipartimento di Architettura dell’Università di Bologna hanno fatto visita nei giorni scorsi all’area ex - Siapa di Galliera, la Società italo americana prodotti antiparassitari. Obiettivo della visita la decisione degli studenti di fare un sopralluogo sull’area che sarà oggetto delle loro tesi di laurea, incentrate proprio sul sito dismesso di Galliera. Un luogo che è da lungo tempo un monumento al degrado e che ora potrebbe finalmente trasformarsi in un’importante occasione di rilancio e di sviluppo all’insegna della rigenerazione del tessuto urbano.

"E’ per noi motivo di speranza – dice il sindaco Stefano Zanni – accogliere giovani studenti universitari all’interno dell’area ex - Siapa. Ed è stato emozionante raccontare loro di questo luogo che intendiamo restituire alla collettività. Vogliamo che i figli e nipoti delle numerose persone che qui lavorarono possano viverlo con serenità". L’area si trova nella località San Vincenzo, in pieno centro abitato e a pochi passi dalla stazione ferroviaria.

E’ una zona di conformazione pianeggiante e ha un’estensione di circa 194.000 metri quadri. L’amministrazione comunale di Galliera, ha già ottenuto un importante finanziamento per la bonifica da parte del ministero della Transizione Ecologica. Il finanziamento, di quattro milioni di euro, è arrivato dopo l’istruttoria condotta dalla Regione assieme al Comune di Galliera. E ora si continuano a cercare ininterrottamente fondi per la futura riqualificazione dell’area in questione. "Poco dopo la conclusione del concorso Urban Farm edizione 2019 – continua il primo cittadino – siamo stati catapultati all’interno di una gravissima pandemia che non ci ha consentito di presentare alla cittadinanza il progetto di rilancio. Che, oltre ad aver vinto il concorso, ha ottenuto il plauso di professori di rilievo internazionale. Stiamo però preparando una serata pubblica in cui racconteremo ciò che abbiamo fatto sino ad ora e ciò che è in divenire, sarà un momento importante per Galliera".

A parere del sindaco, questi ultimi mesi sono stati proficui nell’ottica di recepire da realtà private o pubbliche manifestazioni di interesse volte ad insediarsi sull’area consentendo di realizzare un master plan complessivo. Lo scopo è quello di ripensare gli spazi dando loro nuova vita. Senza dimenticare che è in corso una procedura di bonifica del terreno. E va ricordato che l’area ex Siapa è approdata anche in Francia.

La Città Metropolitana di Bologna ha presentato infatti il sito al Mipim, l’importante evento annuale dedicato al mercato internazionale dei professionisti del settore immobiliare che si tiene annualmente a Cannes, ponendo così l’area all’attenzione di investitori di tutta Europa. "Quella francese – commenta l’assessore comunale all’Urbanistica Giulia Ventura – è stata un’opportunità incredibile per un piccolo comune come Galliera. Grazie alla Città Metropolitana per il supporto che ci sta dando".

Pier Luigi Trombetta

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?