Alberto Mazzacurati nella sua tabaccheria Primavera in via Vitale da Bologna
Alberto Mazzacurati nella sua tabaccheria Primavera in via Vitale da Bologna

Bologna, 29 ottobre 2020 - "Ha detto: ’Mamma mia, mamma mia, me lo sentivo. Non ho mai vinto così tanto in tutta la vita’. Volevo ben dire: io sono anni che ho una tabaccheria, anche piuttosto fortunata, ma una vincita così non l’avevo mai vista". Due milioni di euro. Tanto ha vinto un fortunato signore – "un anziano, tra i 70 e i 75 anni", rivela il negoziante che gli ha venduto il biglietto – alla tabaccheria Primavera di Alberto Mazzacurati, in via Vitale da Bologna 1/A.

È proprio Mazzacurati che racconta della super vincita e del biglietto ’magico’ – un Maxi miliardario da 20 euro –, venduto l’altra sera alle 19. "È andata così – rivela il tabaccaio –. L’anziano, che avrò visto al massimo un’altra volta e quindi immagino non abiti in zona, è entrato e ha comprato cinque biglietti. Si è messo in un angolo a grattarli e ha vinto 20 euro. Ne ha comprati altri due: niente. Così, stava per andarsene". Quando era già sulla porta però, ha avuto un ripensamento. "È tornato indietro, me ne ha chiesti altri tre. Mentre li grattava, io servivo altri clienti". Questa volta però il misterioso avventore non se ne va. Resta lì, pensieroso. Sbigottito. Sotto choc. Guarda e riguarda l’ultimo biglietto appena acquistato.

"A un tratto – ricorda ancora emozionato Mazzacurati – si è avvicinato, Mi ha allungato il ticket: ’Guarda questo qua’. Un’occhiata è stata sufficiente per capire: aveva vinto due milioni". Il cliente, sotto choc, ha chiesto informazioni su dove poteva andare a riscuotere il premio. "Gli ho chiesto di fare una fotocopia per ricordo, e una in più l’ho fatta per lui, per sicurezza: continuavo a dirgli ’stia calmo, e mi raccomando non perda il biglietto!’", racconta il tabaccaio. Alla tabaccheria Primavera negli anni sono state tante le vincite fortunate. "Anche trentamila euro di Gratta e vinci, poi fino a 250mila euro da altre lotterie. Ma due milioni, mai", annuncia il titolare. Il quale confessa: "Stanotte non ho dormito per l’emozione. Chissà come sta ora il vincitore? Immagino non abbia dormito neanche lui... Era veramente sotto choc quando ha grattato quel biglietto e ha scoperto cosa c’era nascosto sotto".

Un bacio ben assestato dalla Dea bendata. L’anziano, prima di andarsene, non ha condiviso con il titolare cosa ha intenzione di fare con tutto quel denaro vinto all’improvviso, un martedì sera di ottobre forse all’apparenza identico a tanti altri. "Certe cose capitano una volta nella vita. Chissà se rivedrò mai più quell’uomo? Spero di sì", conclude soddisfatto Mazzacurati.