Harald Nielsen in una sua recente presenza al Dall’Ara
Harald Nielsen in una sua recente presenza al Dall’Ara

Bologna, 12 agosto 2015 - Il Bologna perde un altro eroe dello scudetto del ’64. Si è spento all’età di 73 anni Harald Nielsen, l’indimenticato ‘Dondolo’, capocannoniere con 21 gol proprio nella stagione dell’ultimo tricolore, con tanto di rete nello spareggio del 7 giugno a Roma contro l’Inter (FOTO). Nielsen era malato da tempo.

“Il Bologna e il mondo del calcio perdono uno dei loro Campioni più storici e rappresentativi”, recita una nota sul sito del Bfc che riporta i numeri dell’attaccante definito un “centravanti micidiale”: 182 presenze e 104 reti con la maglia rossoblù.

L’attaccante, nativo di Frederikshavn, piccola cittadina all’estremo nord della Danimarca, ha giocato per il Bologna dal 1961 al 1967. “Robusto e rapido attaccante - si legge sul sito -, ha contribuito coi suoi gol a grappoli, segnati in tutte le maniere, da autentico opportunista in una meravigliosa coppia con Ezio Pascutti, alla conquista del titolo tricolore con Fulvio Bernardini allenatore, nel giugno 1964, divenendo una delle icone senza tempo del mondo rossoblù”. In particolare, nella fortunata stagione 1963-64 si è laureato capocannoniere della Serie A con 21 centri, più il sigillo del raddoppio con l’Inter il 7 giugno nello spareggio conclusivo. Si tratta di un pezzo fra i più pregiati del Bfc che ora ci lascia.

"Il Bologna partecipa commosso al dolore dei cari di Harald, Campione vero. Con lui se ne va un altro pezzo della nostra famiglia rossoblù, che dopo Giacomo, Carlo ed Helmut piange anche il suo indimenticato Dondolo". Il club rossoblù chiederà di giocare con il lutto al braccio nella garà di Coppa Italia di venerdì (ore 21 a Vicenza) contro il Pavia.