I campanari fanno da colonna sonora alla festa di San Martino

Proseguono le celebrazioni per il santo protettore. Oggi la piazza si riempie con le bancarelle degli ambulanti del mercato

I campanari fanno da colonna sonora alla festa di San Martino

I campanari fanno da colonna sonora alla festa di San Martino

Centro di Casalecchio pedonalizzato, fino al passaggio a livello di via Marconi, escursioni, mercatini, visite in cantina, caldarroste e la colonna sonora delle campane di Casalecchio e di Tignano, oggi tra Casalecchio e il campanile della chiesa di San Martino di Sasso dove si prolungano festeggiamenti e celebrazioni del santo protettore più amato della stagione autunnale. Ieri nel centro della cittadina sul Reno gli studenti dell’indirizzo turistico dell’istituto Salvemini hanno guidato i visitatori alla scoperta del sistema dei canali di Reno dal parco della Chiusa al Palazzo de’ Rossi. Mentre per tutta la giornata in piazza del Popolo il gruppo campanari padre Stanislao Mattei hanno dato un saggio della loro arte con concerti ripetuti davanti al teatro comunale Laura Betti.

Oggi lo stesso gruppo si divide tra il giardino della cantina Tizzano e il campanile didattico della chiesa di Tignano, dove dalle dieci del mattino, con l’interruzione del tempo della messa, i campanari riprendono le loro tradizioni conviviali e musicali necessariamente ridotte nel periodo di pandemia.

Ieri mattina si sono svolte anche le cerimonie di consegna dei premi ai casalecchiesi meritevoli, con il riconoscimento intitolato allo storico presidente Ascom Luigi Masetti che alla sua edizione undicesima ha premiato la famiglia Ventura che da due generazioni conduce il Caffè Margherita. L’edizione dodicesima del premio Gianni Magni quest’anno ha riconosciuto l’opera e l’impegno di Angela Nasci, della sede casalecchiese della Croce Rossa italiana.

Oggi la festa di piazza continua con il mercato straordinario degli ambulanti e gli altri mercatini di hobbisti, artisti, alimentari e quello del baratto affidato a bambini e genitori delle scuole. Alle 10 Andrea Papetti conduce una visita guidata alla Chiusa e alla stessa ora si aprono le porte della cantina Tizzano e al parco della villa Visconti di Modrone dove si svolgono le accademie di suono delle campane dell’associazione campanari della Beata Vergine di San Luca.

Nella vicina chiesina di Tizzano esposizione delle opere del maestro Franco Bergamaschi. Volontari della Pro Loco impegnati negli ultimi preparativi in vista della cena in piazza di domani sera: "Abbiamo esaurito tutti i posti per un evento atteso, organizzato insieme ai ragazzi dell’istituto Alberghiero Veronelli, e con tutto l’utile destinato a sostenere i patti di collaborazione fra i cittadini e la città", conferma il presidente Alessandro Menzani.

g.m.

X