Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
11 giu 2022

I fili tessuti e sospesi ricreano piante ed erbari

Il progetto di Gasparini, premiato a Venzia, alla Maison Laviniaturra

11 giu 2022

Prosegue alla Maison Laviniaturra di via dei Sabbioni, della fashion designer Lavinia Turra, il ciclo di mostre dedicato ad artiste donne. Il taglio del nastro è stato per ’Atlas X’ di Marina Gasparini, seguendo l’obiettivo di un luogo di incontro dove far confluire mondi diversi ma sinestetici: l’arte nelle sue diverse forme e la moda come espressione di alto artigianato. Del resto Lavina Turra, che ha vestito nomi importanti dello spettacolo, oltre a dar vita alle sue collezioni crea spesso allestimenti concettuali d’immagine che ne riflettono l’ispirazione. Per questa occasione, Marina Gasparini propone un’installazione fatta di evocazioni scientifiche, ricordi e un tentativo di salvaguardia del mondo naturale. Vincitore del premio speciale ’Sustainability and Ars’ organizzato da Laguna Prize sostenuto dall’Università Ca’ Foscari e dall’azienda NaturaSi, Atlas X si configura come un erbario sospeso di riproduzioni in fibra tessile di 46 piante tintorie, "restituite nel loro aspetto esemplare come appaiono miniate nei codici erbari del Medioevo e del Rinascimento, oppure cavate dal cinquecentesco Hortus Siccus di Ulisse Aldrovandi", afferma Marco Pierini, direttore della Galleria Nazionale dell’Umbria. Le singole opere sono realizzate seguendo i contorni del disegno scientifico della pianta con un filo tinto del pigmento che in passato si estraeva dalle sue radici, foglie o frutti.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?