Il Comune mette all’asta gli oggetti ritrovati

Fra gli articoli dieci bici e un monopattino elettrico. In vendita anche gli arredi. di uno skate park.

Il Comune mette all’asta gli oggetti ritrovati
Il Comune mette all’asta gli oggetti ritrovati

Il Comune di Pieve di Cento organizza un’asta pubblica per vendere oggetti rinvenuti sul territorio comunale e non rivendicati dai proprietari nei termine di legge e beni dismessi dall’ente. L’asta si terrà lunedì alle 16 in piazza Andrea Costa, meteo permettendo. Gli oggetti verranno ceduti al miglior offerente. E la fanno da padrone le biciclette, con una decina di bici per tutti i gusti, non manca un monopattino elettrico, e ancora un triciclo, sedie - cinema, attaccapanni, macchine da scrivere, macchine Polaroid e l’arredo completo di uno skate park. In questo ultimo caso saranno mostrate delle immagini. "Speriamo nel meteo – dice il sindaco Luca Borsari (nella foto) – che per il momento non promette nulla di buono. Vedremo se riusciremo a fare l’asta. Per quanto riguarda l’arredo dello skate park stiamo riqualificando quello comunale con nuovi arredi. E abbiamo pensato di mettere all’asta i vecchi arredi per gli appassionati del genere. Gli arredi dismessi possono infatti essere collocati tranquillamente in proprietà private e utilizzati".

I beni, precisa il Comune, vengono messi all’asta nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, senza garantirne funzionalità e stato d’uso. L’amministrazione comunale non risponde dello stato di manutenzione e di funzionamento dei beni e si ritiene esonerata da qualsiasi responsabilità. Nessun reclamo e nessuna contestazione potranno perciò essere avanzati. L’asta si terrà per mezzo di pubblico banditore a viva voce, con la formula del "visto e piaciuto", e durerà fino al segnale di aggiudicazione del banditore. Il cittadino risultato aggiudicatario è obbligato all’acquisto del bene.

p. l. t.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro