La polizia di fronte alle scuole Costa in via Milano al Savena
La polizia di fronte alle scuole Costa in via Milano al Savena

Bologna, 30 gennaio 2021 - "Si sono presentati in trenta, davanti alla scuola. I bimbi stavano uscendo in quel momento. Erano ubriachi, alcuni armati di coltelli, altri con bottiglie in mano". Le mamme dei piccoli alunni delle elementari Costa, in via Milano al Savena, sono ancora sotto choc.

AGGIONEMTNO / Banda davanti alla scuola a Bologna: sei ragazzini identificati

Cercano di scacciare la paura di quello che poteva accadere, mantenendo però la rabbia, "necessaria a che una situazione del genere non si ripeta più. Vogliamo che il Comune e le forze dell’ordine facciano qualcosa contro queste persone. E subito, perché quello che è successo ieri dimostra che i nostri bambini sono in pericolo".
Il pericolo, per le mamme del Savena, è rappresentato da una gang di sedicenni e diciassettenni che, dalla scorsa estate, imperversa nella zona. "Con atti di bullismo e vandalismi – come spiega il consigliere di Bologna al Centro Nicola Stanzani – e adesso con una scena così che qua da noi, a Bologna e in Italia in generale, non s’era mai vista".
Erano circa le 16,30. Mamme, papà e nonni aspettavano nel parco di fronte alla scuola che i bambini uscissero. "I piccoli erano appena arrivati – racconta una mamma – quando abbiamo visto spuntare la gang. Erano almeno trenta persone, forse qualcosa in più. Hanno iniziato a girare intorno ai bambini, con fare minaccioso. I piccoli hanno iniziato a piangere, terrorizzati. Erano ubriachi, avevano bottiglie di vetro in mano. Uno anche un coltello lungo una quarantina di centimetri". Mentre i genitori cercavano di proteggere i loro bambini, una delle mamme ha chiamato la polizia. In via Milano sono arrivate una decina di volanti e alcuni dei membri della banda sono stati fermati e identificati. "La polizia ci ha detto di fare denuncia e presentare un esposto – continua la mamma –. Noi abbiamo già informato la preside dell’accaduto e, da lunedì, pretendiamo che ci sia qualcuno a controllare l’uscita dei nostri bambini. Quello che è successo non si deve ripetere più".
«La presenza di questa gang di minorenni è nota da diversi mesi anche all’Amministrazione – aggiunge Stanzani –. A novembre scorso anche l’assessore Alberto Aitini è venuto qui per un sopralluogo. Ora però la situazione è degenerata. Non siamo più di fronte a vandalismi. Questi ragazzi hanno passato il limite". La banda staziona tra via Milano, via Torino e via Cavazzoni, nei pressi dell’area verde. "Sono prepotenti e minacciosi. E ora abbiamo davvero paura".