La terribile esplosione di lunedì in autostrada
La terribile esplosione di lunedì in autostrada

Bologna, 10 agosto 2018 - È un numero verde il canale ufficiale che il Comune mette per primo a disposizione dei cittadini danneggiati dall’incidente. Moduli e moduli più o meno ufficiali possono aspettare. O meglio, ognuno li incontrerà sulla sua strada risarcitoria (VIDEO). Ma l’intesa raggiunta dal Comune con la compagnia assicurativa Allianz, che tutela la Loro Fratelli Spa, azienda proprietaria dell’autocisterna esplosa lunedì in autostrada, traccia intanto una via chiara.

DANNIINCASAGC_32931279_124835

Il vescovo: "Dio ha protetto Bologna"

«Nell’ambito dei contatti che il Comune, tramite il direttore generale Valerio Montalto, ha mantenuto in questi giorni con la compagnia assicurativa Allianz dell’azienda Fratelli Loro Spa – annuncia una nota di Palazzo D’Accursio –, è stato reso noto il numero verde che sarà attivato a favore dei cittadini e delle aziende colpite».

Il numero verde è il 800.68.68.68. «Un risultato importante – aggiunge l’amministrazione – che permette di facilitare le pratiche e dare un riferimento univoco a tutti coloro che hanno subito dei  danni».

DANNIBORGO_32902606_190754

I danni ammontano a 10 milioni, il nodo dei risarcimenti

Anche Allianz ha confermato il numero verde. «Abbiamo prontamente attivato le procedure – si legge – per rispondere in modo efficiente alle necessità di chi è stato coinvolto. Allianz sta dialogando con Ania (Associazione nazionale imprese assicuratrici), per l’applicabilità dell’accordo associativo previsto in situazioni di incidenti che coinvolgono un numero elevato di autoveicoli».

DANNIGC_32914030_160230

La testimonianza dell’autista tamponato

Autostrade per l’Italia ha inoltre offerto la sua piena disponibilità a supportare, nella gestione del sinistro nei confronti dell’assicuratore del mezzo responsabile del tragico evento, tutte le persone che hanno subito danni. La società «coinvolgerà a tal fine – si legge – uno studio legale specializzato nella gestione di sinistri complessi, mettendo a disposizione la propria piattaforma informatica e assicurando, attraverso la Direzione di Tronco di Bologna e il broker Willis di Bologna, il supporto necessario per la raccolta, valutazione e classificazione delle richieste di risarcimento».

L'INTERVISTA Il camionista sopravvissuto: "Mi arriva addosso, non riesco a frenare" - L'appello del vigile del fuoco: "I telefonini vanno usati per avvertire"

Lavori sprint in A14. Ci vorranno due mesi per ripristinare il ponte crollato per l’esplosione di lunedì dell’autocisterna sul raccordo bolognese di Casalecchio. Una previsione ufficiale da parte di Società Autostrade che di fatto dimezza le prime stime, quando si era ipotizzato di poter arrivare fino a 5 mesi, quindi al 2019, per riparare pienamente il ponte e ripristinare la viabilità sul tratto, ora parziale. L’accelerata è arrivata ieri, dopo un summit in Regione alla quale hanno partecipato i tecnici del Comune di Bologna e quelli di Autostrade. La fine del cantiere, che prevede il posizionamento di 12 nuovi travi in cemento armato, è quindi prevista entro la metà di ottobre.