Jessica Ponzoni, 25 anni, ex campionessa di pattinaggio artistico
Jessica Ponzoni, 25 anni, ex campionessa di pattinaggio artistico

Valsamoggia (Bologna), 30 ottobre 2020 - È durata meno di 24 ore l’agonia di Jessica Ponzoni, 25 anni, ex campionessa di pattinaggio artistico di Castello di Serravalle - Valsamoggia, morta all’ospedale Santa Chiara di Trento a causa delle gravi ferite riportate nell’incidente stradale in cui era stata coinvolta il giorno prima sull’autostrada del Brennero.

Lo schianto era successo poco prima di mezzogiorno di giovedì scorso nella corsia nord, all’altezza dello svincolo per Rovereto. Tutto è accaduto in pochi attimi. Un cantiere sull’autostrada ha rallentato la corsa di tir che era davanti alla Toyota Yaris di Jessica Ponzoni. All’improvviso è sbucata un’altra autovettura, una Citroen C5 condotta da una donna di 34 anni, che l’ha tamponata con un impatto terribile.

Dopo una serie di carambole l’auto diJessica si è fermata di fianco al tir, mentre la vettura che l’aveva tamponata è finita di traverso sulla carreggiata di sorpasso. Immediati i soccorsi del 118 e l’intervento dei Vigili del fuoco. Già da subito le condizioni di Jessica Ponzoni erano apparse disperate.

L’ex pattinatrice è stata stabilizzata e intubata, prima di essere trasferita a Trento con l’elicottero. Jessica Ponzoni aveva appeso i pattini al chiodo quattro anni fa. Ora l’attendeva un lavoro nell’ospedale di Baggiovara, a Modena. 

Jessica Ponzoni è stata anche nella squadra della Nazionale e ha vinto due medaglie di bronzo nei Campionati europei di pattinaggio artistico. 

"Jessica Ponzoni, da atleta di pattinaggio artistico, aveva vestito la maglia della Nazionale Italiana portando sui gradini più alti d'Europa i colori del pattinaggio crespellanese. Stava per iniziare una nuova avventura come allenatrice della Polisportiva Valsamoggia pronta a trasmettere tutta la sua passione per lo sport a nuove generazioni di atleti. Alla sua famiglia e ai suoi cari le più sentite condoglianze in questo terribile momento", è il cordoglio di Daniele Ruscigno, sindaco di Valsamoggia.

“Una terribile notizia - è il messaggio del presidente della Rwegione, Stefano Bonaccini -. Il primo pensiero va alla famiglia, alle prese con una perdita così grave. Jessica era nel pieno della vita, un’atleta di grande valore, due volte sul podio ai campionati europei, pronta ora ad allenare ragazze e ragazzi con altrettanta passione per lo sport. Un esempio e un insegnamento. Esprimo le più sentite condoglianze ai suoi cari, a cui mi stringo insieme all’intera comunità regionale, e vicinanza al Comune di Valsamoggia”.