La biblioteca dei piccoli diventa grande

Lo spazio di lettura della Pediatria, con oltre 2mila testi, entra nel polo cittadino. .

La biblioteca dei piccoli diventa grande

La biblioteca dei piccoli diventa grande

"Grazie a Bibli-os sono i libri che vanno incontro ai bambini", questo è il mantra di Ilaria Gandolfi, fondatrice di Bibli-os Odv e che, assieme ai volontari e le volontarie, porta avanti la biblioteca per i piccoli pazienti del Sant’Orsola che ora entra a far parte del Polo bibliotecario bolognese, grazie alla collaborazione con il Settore biblioteche e Welfare culturale del Comune. "Una raccolta da 2mila testi e oltre 25mila prestiti dal 2010 ad oggi, all’interno del Padiglione 13 dell’Ospedale, arricchita dall’impegno di coloro che hanno donato i volumi – dice Gandolfi –. Un qualcosa di unico dedicato a tutti i pazienti, ai loro familiari e ai lavoratori, che abbatte ogni barriera linguistica grazie a dizionari e volumi in tante le lingue (anche in braille) per fare interagire, giocare e studiare tutti". "Un accordo che tramite la lettura dà conforto a chi, qui, vive un momento difficile", ha commentato Elena Di Gioia, delegata di Comune e Città metropolitana alla Cultura. "Un progetto di valore che mette al centro la lettura come strumento di promozione della salute e del benessere", dice Luca Rizzo Nervo, assessore alla Salute.

La biblioteca "aiuta i bambini ad evadere da quelle che sono le loro problematiche e talvolta è anche un sollievo per la famiglia", afferma Marcello Lanari, direttore Pediatria d’urgenza, Pronto Soccorso pediatrico e Osservazione Breve Intensiva Irccs Policlinico. Venerdì 17 novembre alle 9 in Salaborsa si terrà il convegno Biblioteche e lettura in ospedale, "che metterà a confronto varie esperienze bibliotecarie con l’obiettivo di garantire il diritto e l’accesso alla lettura nei luoghi della salute", ricorda Antonio Ciccarone del Settore Biblioteche.

Giovanni Di Caprio