L’amato e tipico salume bolognese (foto di repertorio)
L’amato e tipico salume bolognese (foto di repertorio)

Buon compleanno mortadella. Per celebrare l’anniversario del documento che ne attesta la sua originalità, la Mutua salsamentari 1876 torna con una golosa iniziativa. Il 24 ottobre, cioè domenica prossima, infatti saranno i 360 anni del Disciplinare per la produzione della mortadella, l’atto che ha sancito le linee guida per la produzione del celebre insaccato amato in tutto il mondo. Il Disciplinare, emesso nel 1661 dal cardinale legato di Bologna Girolamo Farnese, vietava per la realizzazione della mortadella l’utilizzo di carni diverse da quelle del maiale. Fu il primo bando della storia su un prodotto alimentare. Sempre nel documento, si disponeva che tutte le mortadelle prodotte dovessero essere controllate e marchiate con il sigillo della Società dei Salaroli, dalla quale discende la Mutua salsamentari, che oggi si impegna a rafforzare e a diffondere la cultura, i valori e i saperi dell’antica arte dei salumieri bolognesi.

Per ricordare questo momento storico, sabato e domenica prossimi la Mutua sarà in via Rizzoli dalle 10 alle 22 per promuovere un’iniziativa incentrata sulla valorizzazione della mortadella, che si concluderà con la degustazione del prodotto. L’evento vedrà la collaborazione dell’associazione Ragù, con il patrocinio del comune di Bologna e di Confcommercio Ascom, che in questa occasione saluterà la ripresa ufficiale delle attività in presenza della Mutua salsamentari, dopo il fermo causato dalla pandemia.