Lo sciopero dei dipendenti La Perla (foto Schicchi)
Lo sciopero dei dipendenti La Perla (foto Schicchi)

Bologna, 24 giugno 2019 - Naviga in acque di nuovo agitate La Perla dove la proprietà, la holding olandese Sapinda ha annunciato, ai sindacati di categoria di Cgil-Cisl-Uil, di voler dichiarare un esubero di 100-120 lavoratori per lo più concentrati sulla sede di Bologna. Allo scopo di rilanciare il brand e di ridurre i costi. Riuniti subito in assemblea, i lavoratori hanno dichiarato lo stato di agitazione e un pacchetto di 16 ore di sciopero uscendo dalla storica fabbrica di biancheria di lusso che ha sede in via Mattei (foto).

false

“Siamo fortemente contrari a tale intenzione – commentano a caldo Filctem Cgil; Femca Cisl e Uiltec Uil –, perché ciò metterebbe a rischio la continuità produttiva del sito di Bologna che impiega 430 persone di cui 98 negli uffici, impoverendo il bagaglio professionale che ha reso La Perla il marchio riconosciuto in tutto il mondo”.

“Esprimo grande preoccupazione  - è il commento dell'assessore comunale Marco Lombardo -. La qualità e il valore delle professionalità presenti all’interno dell’azienda non sono in discussione, e rappresentano uno degli elementi che ha portato notorietà internazionale al marchio. Ritengo necessario un confronto con il gruppo Sapinda sulle strategie del piano industriale, e confermo che come istituzioni siamo disponibili a attivare i necessari tavoli".