Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
21 giu 2022

Laboratorio sul 2 agosto, il teatro dell’Argine trasloca

La Compagnia si sposta al Dumbo per due mesi in vista della commemorazione

21 giu 2022

L’esperienza della compagnia del Teatro dell’Argine di San Lazzaro a Bologna per il laboratorio di ’A destino – 85 viaggi da completare’.

’A destino’ è un progetto di teatro e cittadinanza per il 2 agosto, giornata di commemorazione delle vittime della Strage di Bologna. Nessuna di loro poté completare quel viaggio che è rimasto, così, come sospeso. Il 2 agosto, quarantadue anni dopo, proveranno a portare a termine quel percorso attraverso un laboratorio e un’azione teatrale collettiva.

La partecipazione è aperta a chiunque abbia voglia di intraprendere un percorso laboratoriale di avvicinamento alla storia e alle dimensioni umane legate al 2 agosto. Saranno benvenuti e benvenute partecipanti di qualsiasi età a partire dai 6 anni, non è richiesta esperienza pregressa di teatro.

Attraverso esercizi teatrali a cura del Teatro dell’Argine, gli 85 partecipanti si interrogheranno sul loro rapporto con ciò che è accaduto il 2 agosto 1980 alla stazione centrale di Bologna e cosa rappresenta oggi questa giornata di commemorazione.

Arrivati a un certo punto del percorso i partecipanti e le partecipanti che daranno la loro disponibilità partiranno davvero per completare i viaggi rimasti in sospeso. Ogni viaggio sarà documentato da chi lo conduce e gli esiti dei laboratori saranno presentati durante il rito collettivo, il 2 agosto di quest’anno. Il laboratorio è interamente gratuito.

Gli incontri, partiti a inizio mese, si tengono una volta a settimana per tutto il periodo di giugno e luglio (fino al 28 luglio) dalle 20 alle 22.30, lunedì 1 agosto dalle 20 alle 22.30 e martedì 2 agosto (in orario da definire), presso gli spazi di Bologna Attiva a DumBO (via Camillo Casarini 19, 40131 Bologna).

Ne parla in merito, con orgoglio, lo stesso direttore della Compagnia teatro dell’Argine, Andrea Paolucci: "Per noi è davvero un onore poter realizzare un percorso teatrale e di cittadinanza attiva per parlare di un fatto che appartiene a tutti e tutte per noi. Vogliamo, vorremmo, dunque, completare, almeno simbolicamente, gli ottantacinque viaggi delle vittime della strage alla stazione di Bologna. Vittime, viaggiatori, mai arrivati alla loro destinazione".

Zoe Pederzini

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?