Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
28 mag 2022

Lepore: "Salvini mise a rischio le indagini"

Il sindaco torna sull’episodio della ‘citofonata’ del gennaio 2020. Tonelli, deputato della Lega: "Dichiarazioni deplorevoli e scomposte"

28 mag 2022
luca orsi
Cronaca

di Luca Orsi "Il tempo è galantuomo". Dopo la maxi operazione antidroga di giovedì al Pilastro, Matteo Salvini – con un post a caldo su Facebook – aveva rivendicato l’ormai famosa citofonata durante la campagna elettorale delle regionali 2020 ("Scusi, lei spaccia?") a una famiglia ora oggetto di una serie di provvedimenti cautelari. E la Lega aveva subito fatto quadrato, puntando l’indice contro il Pd e chi "per anni ha fatto finta di non vedere". Il sindaco, Matteo Lepore, non incassa in silenzio. E torna sull’episodio di due anni fa. "Una cosa assai grave e stupida", posta su Facebook. Motivata al solo scopo "di cercare il solo profitto personale, per altro malamente, come sappiamo dai risultati elettorali". Lepore ipotizza che il leader della Lega, già ministro dell’Interno, potesse avere informazioni sulle indagini in corso. "Non ho sufficienti elementi per dire se Salvini allora commise un reato – afferma il sindaco –, ma certo ha messo a rischio e forse ritardato il lavoro di chi da tempo probabilmente stava conducendo indagini di estremo rilievo". A volte, "chi ricopre incarichi importanti nelle Istituzioni viene a conoscenza di indagini da parte delle forze di Polizia nel corso del proprio lavoro", spiega Lepore. Immaginando che "sarà capitato sicuramente più volte anche a Salvini quando era al Viminale. In questi casi è fondamentale mantenere la riservatezza, perché l’esposizione mediatica può causare ritardi nelle indagini o compromettere l’operato degli inquirenti". Gianni Tonelli, deputato della Lega – già segretario del sindacato di polizia Sap – bolla le dichiarazioni di Lepore come "parole scomposte, deplorevoli e sciocche". E aggiunge: "Non è certo così che la politica si guadagna il rispetto dei cittadini". Non solo. "Da poliziotto – commenta Tonelli – chiedo al sindaco come fa ad avere accesso a certe informazioni, sempre che sia vero?". Al Pilastro, "la realtà che tante persone perbene conoscono, ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?