l mastro birraio Nicola Soverini e l’altro titolare del gruppo Mirco Friso, con Danilo Masotti e il presidente dell’associazione panificatori Graziano Bottura
l mastro birraio Nicola Soverini e l’altro titolare del gruppo Mirco Friso, con Danilo Masotti e il presidente dell’associazione panificatori Graziano Bottura
Sarà in piazza a Sasso in occasione della Tartufesta il Birrificio Petroniano che domenica ha festeggiato i suoi primi cinque anni di attività presentando al pubblico la sua nuova etichetta: quella della Birra Fornarina (Rina per gli amici): una versione studiata e progettata con l’associazione panificatori Confcommercio-Ascom di Bologna. Tanti gli appassionati che hanno raggiunto la sede del birrificio, lungo la...

Sarà in piazza a Sasso in occasione della Tartufesta il Birrificio Petroniano che domenica ha festeggiato i suoi primi cinque anni di attività presentando al pubblico la sua nuova etichetta: quella della Birra Fornarina (Rina per gli amici): una versione studiata e progettata con l’associazione panificatori Confcommercio-Ascom di Bologna.

Tanti gli appassionati che hanno raggiunto la sede del birrificio, lungo la strada che porta a Mongardino, per degustare questa birra ricavata dal pane comune del forno Calamelli sottoposto a tostatura ed utilizzato nella ‘cotta’ con luppoli e lieviti neutri.

"Questo prodotto nasce da un progetto di economia circolare premiato dalla Regione col titolo di innovatori responsabili -ha spiegato il presidente dell’associazione panificatori Graziano Bottura-. L’idea è quella di utilizzare le rimanenze di pane dei nostri forni per fare una birra artigianale di qualità. Abbiamo iniziato con La Fornara della Vecchia Orsa e adesso continuiamo con questa birra chiara. Una prima sperimentazione fatta con la collaborazione anche di Hera per aprire nuove strade e percorrere la tradizione artigianale dei prodotti da forno e della pasta fresca di qualità con l’attualizzazione della cultura che le ha rese possibili. Dobbiamo stare con le radici ben salde nella tradizione ma capaci di essere protagonisti della modernità".

Un concetto condiviso anche da Danilo Masotti, lo scrittore degli ‘umarells’: "Questa birra è spettacolare, poi il giorno di San Petronio non potevo mancare ad un’occasione come questa", ha detto prima di posare col mastro birraio Nicola Soverini e l’altro titolare del gruppo Mirco Friso: "Abbiamo arricchito il nostro catalogo di birre artigianali non filtrate e non pastorizzate. In questo caso si tratta di una birra chiara, una Italian toast Ale ad alta fermentazione, con una buona percentuale di pane comune tostato. Molto beverina e con una schiuma densa". Presso il birrificio c’è un punto vendita e degustazione diretta, ma per la festa ‘tartufina’ di Sasso ci sarà l’occasione di provarla in piazza, in abbinamento ai prodotti di stagione.

g.m.