Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
3 ago 2022
3 ago 2022

"Lo stop dei treni in agosto è uno schiaffo al turismo"

I sindaci di Alto Reno e Vergato criticano la decisione di Rfi sulla Porrettana. Nanni: " Mi chiedo se non fosse stato possibile individuare un altro periodo"

3 ago 2022

Gli interventi di manutenzione e di potenziamento sulla linea ferroviaria Porrettana, che si svolgeranno da sabato 13 agosto a domenica 21 agosto, trovano la contrarietà dei sindaci di Alto Reno Terme e di Vergato, i due comuni più penalizzati dall’utilizzo dei pullman sostitutivi in una delle settimane più importanti dal punto di vista sportivo.

"Pur comprendendo le esigenze legate a lavori di messa in sicurezza della tratta ferroviaria - spiega Giuseppe Nanni, primo cittadino di Alto Reno Terme - esprimo vivo rammarico per una interruzione che penalizza il turismo proprio nel periodo del ferragosto, sia pure attutita da un servizio sostitutivo. Mi chiedo se non fosse stato possibile individuare un periodo, magari immediatamente successivo, che cercasse di contemperare le esigenze dei pendolari con quelle del momento di maggior afflusso turistico.

La nostra preoccupazione aumenta in previsione di un nuovo rilancio turistico, grazie ai progetti della nuova proprietà delle Terme di Porretta. Purtroppo questo territorio deve fare i conti con i frequenti disagi relativi alla viabilità, sia ferroviaria che stradale. Credo sia giunto il momento di applicare un nuovo metodo: quello della consultazione dei territori interessati da certi provvedimenti, destinati ad incidere negativamente sulla loro economia".

Situazione simile in una realtà diversa come quella Vergato. Lì l’utilizzo del treno è sempre il miglior collegamento con la città, vista anche la chiusura del ponte Da Vinci a Sasso Marconi, e anche molti proprietari di una seconda casa utilizzano questo mezzo soprattutto ora che i periodi ferie sono scaglionati.

"Trovo che questo modo di fare – a parlare è il sindaco vergatese Giuseppe Argentieri – sia al limite dell’arroganza. Occorre un maggior coordinamento tra gli enti, altrimenti diventa complicato programmare e dare risposte ai cittadini. Nel nostro caso questa è una delle settimane dove si registra un maggior flusso di passeggeri anche negli orari che, in altri momenti dell’anno, sono meno frequentati. Su una questione così delicata avremmo voluto avere voce in capitolo".

I lavori, realizzati da Rete Ferroviaria Italiana, prevedono l’impermeabilizzazione e il consolidamento di un ponte ferroviario fra Pian di Venola e Pioppe di Salvaro, il rinnovo di tratti di binario fra Pian di Venola e Marzabotto e della linea di alimentazione elettrica fra Carbona e Riola, il rifacimento del primo e secondo marciapiede nella stazione di Pioppe di Salvaro con posa dei percorsi tattili e potatura della vegetazione lungo tutta la tratta interessata dalla sospensione del traffico ferroviario. I nuovi orari sono già consultabili nelle stazioni e nei canali di vendita dei biglietti.

Massimo Selleri

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?