Quotidiano Nazionale logo
5 mag 2022

L’ultimo saluto a ’Nonna Pina’, regina delle tagliatelle resa famosa dallo Zecchino d’Oro

Una chiesetta piccola, immersa nel verde della via Savena Abbandonata. Qui, ieri pomeriggio, alla presenza dei parenti più stretti e dei compaesani, si è tenuto il funerale di Giuseppina Villani. La signora, venuta a mancare all’età di 86 anni l’1 maggio scorso, per quanto fosse riservata e schiva e avesse sempre trascorso la sua vita in quel di Baricella, è nota a generazioni intere di italiani. Il suo soprannome ‘Nonna Pina’ vola infatti di bocca in bocca da quasi vent’anni. Sì, perchè era proprio lei la ‘protagonista’ del tormentone dello Zecchino d’Oro ‘Le tagliatelle di Nonna Pina’.

La canzone composta e musicata da Gian Marco Gualandi, genero di Nonna Pina fu cantata, nel 2003, dalla piccola Ottavia Dorrucci. Come ricorda anche il sito dello Zecchino d’Oro, questa canzone approdò alla 46esima edizione e vinse, ma in realtà erano alcuni anni che l’autore provava a inviarla al concorso e puntualmente veniva scartata dalla giuria.

Adottata poi anche da Antonella Clerici come canzoncina del programma televisivo ’La prova del cuoco’, la canzone spopolò anche in alcune discoteche. A spiegare i motivi di un’ispirazione così simpatica quanto inusuale fu lo stesso compositore bolognese, il maestro Gualandi in un’intervista rilasciata proprio al nostro quotidiano : "‘Le tagliatelle di nonna Pina’ è una canzone che ha un fondo di verità – raccontò all’epoca –. Mia suocera si chiama Pina e fa delle ottime tagliatelle. Anche da cose semplici come questa può arrivare l’ispirazione giusta".

La donna, che lascia due figli e tanti nipoti, è poi stata seppellita nelle sue terre amate, nel cimitero di san Gabriele. La famiglia, nel dolore per la perdita di Nonna Pina, si è stretta nel massimo riserbo.

Zoe Pederzini

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?