Bologna, 5 giugno 2020 - Pali della luce abbattuti dalla furia del temporale, alberi finiti sulla strada e soprattutto, a Castel Maggiore, un blackout causato da un fulmine in diversi condomini di viale Repubblica e via Giovanni XXIII. Anche nella Bassa sono stati innumerevoli i disagi dovuti al maltempo. A Molinella un palo è caduto nel centro del paese, ma l'intervento provvidenziale dei vigili del fuoco del distaccamento volontario locale ha liberato immediatamente la carreggiata.

LEGGI ANCHE Maltempo, allagamenti e frane nella notte. Paese invaso dal fango, danni ingenti

A Medicina un albero è stato abbattuto dal forte vento e anche in questo caso i pompieri del paese hanno effettuato un intervento per mettere in sicurezza l'area. Nella zona di Argelato e Castello d'Argile le raffiche hanno trasportato dei rami di grosse dimensioni nei giardini di alcune villette senza, per fortuna, colpire nessuno. La polizia locale dell'Unione Reno Galliera, che si occupa di una zona con 80mila abitanti, ha risposto a numerose chiamate e ha effettuato un controllo ad ampio raggio su otto territori. L'intervento più importante è stato quello a Castel Maggiore dove un fulmine ha colpito una centralina.

Quattro condomini sono rimasti al buio e si è verificato un principio di incendio. Sul posto anche i tecnici di Enel ed Hera per evitare che anche le condotte del gas venissero interessate dal rogo. Per fortuna che l'intervento dei pompieri del comando provinciale di Bologna ha domato le fiamme e messo in sicurezza l'area. Tanti disagi per gli inquilini dei palazzi che sono rimasti senza luce per tutta la notte e alcuni alloggi ancora ieri era senza elettricità.