Quotidiano Nazionale logo
14 mag 2022

Matrimonio Lepore a Bologna, le nozze del sindaco in Cappella Farnese

Il fatidico "sì" con Margherita Toma, con rito civile, poi da lunedì si torna già al lavoro. La luna di miele? Se ne parlerà più avanti

BOLOGNA. Matrimonio del Sindaco Matteo Lepore
Le nozze del sindaco Lepore: l'abbraccio della città (Fotoschicchi)

Bologna, 14 maggio 2022 - Nozze in Comune per il sindaco Matteo Lepore. Oggi, il primo cittadino ha pronunciato il fatidico 'sì' in Cappella Farnese, assieme alla storica compagna, Margherita Toma.  Un evento di cui si era parlato poco, se non di striscio, qualche tempo fa, a una delle serate nel salotto di Patrizia Finucci Gallo, quando il 41enne bolognese ammise l'arrivo del lieto evento con un timido sorriso. 

In Comuneè iniziata quindi a la giornata di festa, anche se, da quanto si apprende il sindaco tornerà già al lavoro da lunedì. Luna di miele? Al momento non se ne parla, probabilmente la coppia si potrà prendere una pausa più avanti, quando gli impegni cittadini saranno meno pressanti. Un matrimonio per pochi intimi, e con rito civile officiato da Maurizio Gaigher, oggi consigliere Pd. Poi il banchetto al Battirame 11, nell'orto urbano della cooperativa sociale Eta Beta dove lo chef Max Poggi porta i suoi piatti. Non è mancata nemmeno la classica discesa dello scalone e il lancio di riso.

Matrimonio del sindaco Lepore a Bologna, le foto del 'sì'
Matrimonio del sindaco Lepore a Bologna, le foto del 'sì'

Chi è la moglie Margherita Toma

La compagna è quella di sempre, Margherita Toma, con la quale ha due figli: Irma e Orlando. Nata nel 1983, ha alle spalle una laurea in Antropologia culturale all’Università di Bologna e un master in all’Università del Sussex in Gran Bretagna, ha lavorato in passato con il Centro lavoratori stranieri della Cgil e con la Casa delle donne per non subire violenza. E' inoltre molto Impegnata sul fronte del sociale e dell’accoglienza agli stranieri. Venendo alla gioia dei figli, la prima, che oggi ha quattro anni, è nata il 22 settembre del 2017: Irma, come Irma Bandiera, la partigiana bolognese. Il 18 dicembre del 2020, nel primo difficile anno della pandemia, è arrivato poi il piccolo Orlando

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?