Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
11 giu 2022

Mazzanti e Badiali infiammano le loro piazze

Ultimi comizi (a suon di musica) del sindaco uscente e della candidata del centrosinistra. Oggi il silenzio elettorale, domani si vota

11 giu 2022

Gli ultimi comizi, poi il silenzio. Ieri sera Budrio ha vissuto il gran finale della campagna elettorale, con gli appelli al voto in piazza del sindaco uscente Maurizio Mazzanti e della sfidante Debora Badiali, candidata del centrosinistra. Oggi sarà il giorno del silenzio elettorale e domani si apriranno le urne: si voterà dalle 7 alle 23, nei 17 seggi tra Budrio e le frazioni.

"Alea iacta est", come disse Giulio Cesare. Mazzanti, che corre con due liste civiche ’Noi per Budrio’ e ’Vivi Budrio’, e Badiali, sostenuta da cinque liste (Partito Democratico Budrio, Articolo Uno per Budrio, Budrio Più, Europa Verde Budrio e, per la prima volta in corsa in Emilia Romagna, la lista Demos - Democrazia Solidale), hanno appunto concluso le loro campagne elettorali. Gli altri due candidati, Claudio Arletti per il centrodestra (sostenuto Lega e Forza Italia) e il civico Gualtiero Via, avevano invece già concluso le campagne nei giorni scorsi.

La ‘festa’ di chiusura di Mazzanti si è tenuta in piazza Filopanti, ed è iniziata alle 21. A condurre la serata, davanti a una piazza gremita, il giornalista Alberto Bortolotti, mentre la musica era affidata agli ‘Spritz’.

"Cinque anni fa gli elettori ci hanno dato la possibilità di voltare pagina – ha detto Mazzanti –. E l’abbiamo fatto risanando i conti, dimezzando il debito e risolvendo molte situazioni complesse lasciate in sospeso. Oggi i cittadini possono scegliere se portare Budrio nel futuro o tornare alle difficoltà del passato. Abbiamo dimostrato serietà, competenza e responsabilità e vogliamo continuare il nostro lavoro. Le due liste che mi supportano sono formate da molte donne e soprattutto tanti giovani, che sono già il presente di Budrio. Con il voto dei budriesi guideremo il paese nei prossimi cinque anni con energia e determinazione, per portare Budrio nel futuro, stando sempre vicini alle cittadine e ai cittadini".

Ad animare, invece, piazza della Repubblica, dalle 20, c’è stata la festa di fine campagna della 30enne Badiali. Tantissimi sostenitori ad applaudire la candidata del centrosinistra. E anche qui tanta musica, con la band ‘Palco in Trio’.

"Le piazze, i portici e i giardini pubblici sono stati la nostra casa – ha detto Badiali –. Con la nostra presenza, i nostri sorrisi, con il coraggio delle nostre idee e anche i nostri limiti e i nostri difetti. Sempre però con la consapevolezza di avere un grande obiettivo: Budrio. È per lei che abbiamo idee, sogni e progetti. È Budrio che vogliamo audace, felice, plurale, aperta. Il futuro è il luogo della sorpresa, della curiosità e della scoperta. Sogno che in questo luogo possiamo andarci assieme e anzi, a dirla tutta, ne sono sicura. Per Budrio. Non per altro”.

Quanto agli altri candidati, Arletti, che corre con una lista civica ‘Centrodestra Uniti per Budrio’, aveva chiuso la campagna ospitando in piazza la senatrice Stefania Craxi. Invece Via, ex assessore alla Cultura della giunta Mazzanti, corre con la lista civica ’Unione e Libertà- Gualtiero Via per Budrio’.

Zoe Pederzini

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?