Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
30 mar 2022

Bologna, medico caccia paziente: "Non mi piacciono Putin e i russi"

Lidia Davidenco, studentessa disabile dell’Alma Mater, le aveva chiesto di compilare un certificato. La giovane ha denunciato la dottoressa

30 mar 2022
marco signorini
Cronaca
Lidia Malica Davidenco, 19 anni, origini russe, è nata in Italia e cittadina italiana: "Prego ogni giorno per la pace"
Lidia Malica Davidenco, 19 anni, origini russe, è nata in Italia ed è cittadina italiana
Lidia Malica Davidenco, 19 anni, origini russe, è nata in Italia e cittadina italiana: "Prego ogni giorno per la pace"
Lidia Malica Davidenco, 19 anni, origini russe, è nata in Italia ed è cittadina italiana

Bologna, 30 marzo 2022 - "Andate via, siete russi, non venite più nel mio studio". Si sarebbe rivolta così a una ragazza di origini russe, invalida al cento per cento, il medico di base che l’ha in cura da anni. A raccontarlo è la stessa giovane, Lidia Malica Davidenco, 19 anni, residente a Casalecchio di Reno e studentessa dell’Alma Mater, che ha deciso di denunciare la professionista per diffamazione aggravata e di presentare un esposto all’ordine dei medici. Questo il racconto della giovane. È il 21 marzo quando la studentessa, iscritta al corso di Economia del turismo europeo a Rimini, affetta da sordità al 99%, si reca nello studio della sua dottoressa, sempre a Casalecchio, per chiederle di compilare un modulo che attesti la sua disabilità. Le serve per acquistare un computer da usare all’Università a Iva scontata come prevede la legge per chi ha la sua patologia. La dottoressa, però, convinta che l’attestazione debba essere rilasciata da un otorino, va a consultarsi con un altro collega. Poi, quando la ragazza le fa notare, che già altre volte le aveva rilasciato il documento, perde la pazienza e allontana la giovane dall’ambulatorio chiamando anche i carabinieri. Sul posto, nel frattempo, arriva anche la nonna della ragazza che cerca, a sua volta, di convincere il medico che, però, reagisce male. "Andate via – avrebbe detto di nuovo alla ragazza annunciandole che l’avrebbe tolta dall’elenco dei pazienti –. Non mi piacciono i russi, non mi piace Putin". Nel frattempo arrivano i carabinieri che, riportata la calma, invitano la professionista a compilare il modulo della discordia. "Sono nata in Italia e sono cittadina italiana – spiega Lidia –. Sono paziente della dottoressa da anni e, fino allo scoppio della guerra in Ucraina era sempre stata disponibile, corretta e professionale. Tra l’altro, sono dovuta tornare nel ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?