Bologna, bimbo morto di meningite. Foto d'archivio Cusa
Bologna, bimbo morto di meningite. Foto d'archivio Cusa

Bologna, 22 gennaio 2019 - Il piccolo David Spinelli, morto a 2 anni venerdì sera all'ospedale Maggiore di Bologna per un'infezione da meningococco B, non era vaccinato per quel tipo di meningite. Lo rileva l'assessore regionale alla Sanità Sergio Venturi. "Posso fare solo una raccomandazione: - dice l'assessore - il bambino deceduto era vaccinato per i vaccini obbligatori, ma non per quel tipo di meningite, nonostante noi offriamo quella possibilità: per questo credo che dobbiamo serrare le fila ed essere sempre più convincenti, perché in età 0-4 anni dobbiamo fare tutti i vaccini disponibili".

"So che l'azienda sanitaria ha fatto tutte le relazioni del caso e chi di dovere, valuterà", si è limitato a dire l'assessore regionale. Gli accertamenti sanitari sul piccolo hanno evidenziato la presenza di Neisseria mengitidis, ceppo del meningococco di tipo B. Al momento non risultano denunce o approfondimenti penali sulla vicenda.

La vicenda. David Spinelli, 2 anni, è stato portato al pronto soccorso pediatrico dell'ospedale Maggiore la mattina di venerdì 18 gennaio, alle 11.46, con febbre. E' stato poi dimesso alle 12.53 con terapia antipiretica e antinfiammatoria. In serata, alle 20.01, il bambino è stato portato nuovamente al Pronto Soccorso per un peggiornamento. L'Ausl ha parlato di "segni evidenti di choc settico". Immediate le terapie di supporto vitale, ma le condizioni del piccolo erano molto gravi. Ricoverato in Rianimazione, è deceduto nella notte tra venerdì e sabato scorsi.

Profilassi. I famigliari del bambino e i sanitari che sono stati in contatto con lui, 34 persone in tutto, sono stati sottoposti a profilassi e resteranno sotto osservazione fino al 28 gennaio. Il piccolo era membro della comunità sinti di Casalecchio e non andava ancora all'asilo.