L'entrata alla Torre degli Asinelli
L'entrata alla Torre degli Asinelli

Bologna, 2 marzo 2020 - Da martedì 3 marzo, a Bologna si potranno visitare nuovamente la Torre degli Asinelli e le sedi dell'Istituzione Bologna Musei che riapriranno osservando le indicazioni del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri sul contenimento della diffusione del coronavirus, emanato domenica 1 marzo e valido fino a domenica 8 marzo.

L'Istituzione Bologna Musei riapre tutte le sue sedi museali con i normali orari e l'accesso dei visitatori sarà regolato in base alle caratteristiche di ciascuna sede, contingentando gli ingressi a gruppi calcolati in base alle capienze delle sale espositive, in modo da consentire alle persone di distribuirsi negli spazi nel rispetto di quanto stabilito dal Dpcm. Sono sospesi gli eventi con il pubblico e tutte le attività educative e di mediazione (visite guidate, laboratori, incontri). Queste modalità sono valide sia per le collezioni permanenti che per le mostre temporanee gestite direttamente dall'Istituzione, si conferma quindi anche la riapertura della mostra Etruschi. Viaggio nelle terre dei Rasna realizzata da Electa, in corso presso il Museo Civico Archeologico. Per aggiornamenti e dettagli www.museibologna.it.

La Torre degli Asinelli riapre martedì 3 marzo a partire dalle 9.30. L’accesso contingentato è stabilito in turni di 20 persone per volta, con  specifiche procedure in ingresso e salita per evitare la creazione di code. Per aggiornamenti e dettagli www.bolognawelcome.com

Aperta da domani, a partire dalle 10 e sempre in modalità di accesso contingentato, anche la mostra "Domenica Regazzoni. Lucio Dalla a 4 mani" allestita nella Sala d'Ercole di Palazzo d'Accursio. Per aggiornamenti e dettagli agenda.comune.bologna.itL'Istituzione Biblioteche apre come la scorsa settimana tutte le biblioteche comunali che garantiscono i normali servizi annullando però attività ed eventi. Anche in questo caso vengono osservate le indicazioni del Decreto, riducendo quando necessario il numero dei posti a sedere negli ambienti delle biblioteche, per rispettare le distanze di sicurezza prescritte e monitorando le presenze per consentire alle persone di distribuirsi equamente in tutti gli spazi. 





Rimangono invece sospesi fino a domenica prossima, 8 marzo, tutti gli spettacoli in programma al Teatro comunale. Di conseguenza, le due recite del gala di danza 'Les Etoiles' di mercoledì 4 e giovedì 5 marzo non avranno luogo e verranno riprogrammate il 29 e 30 dicembre 2020. Chi è già in possesso di biglietti e abbonamenti potrà entrare direttamente in sala in quei giorni: i titoli d'ingresso restano infatti validi per le nuove date e dovranno essere sostituiti.

Sarà inoltre proposta una recita aggiuntiva di 'Les Etoiles' il 31 dicembre alle 18, fuori abbonamento. Anche lo spettacolo della 'Domenica al Comunale' dell'8 marzo alle 11 nel Foyer Respighi non si svolgerà e sarà riprogrammato in data da destinarsi. Per i possessori di biglietti che non riuscissero ad assistere allo spettacolo 'Les Etoiles' nelle nuove date e per chi avesse acquistato i ticket per l'evento della 'Domenica al Comunale' dell'8 marzo, è comunque possibile il rimborso in due modalità. I biglietti acquistati in biglietteria dovranno essere restituiti agli sportelli del Teatro comunale di Bologna dal 6 marzo al 9 aprile 2020, comunicando le coordinate del conto corrente su cui dovrà essere effettuato il rimborso.

Per i biglietti acquistati online, invece, sarà necessario seguire le indicazioni che 'Vivaticket' invierà all'indirizzo di posta elettronica con cui è stato effettuato l'acquisto. Da domani, martedì 3 marzo, riapriranno in maniera regolare gli sportelli di biglietteria del Teatro comunale in largo Respighi e da sabato 7 marzo quelli dell'auditorium Manzoni in via De' Monari agli orari consueti. Inoltre da giovedì prossimo, 5 marzo, riprenderanno anche le visite guidate al teatro, ma saranno contingentate in applicazione del decreto, con accesso consentito a gruppi di massimo 10 persone. 

Intanto salgono i casi di Coronavirus in città: oggi è stato registrato un nuovo caso risultato positivo al test. Salgono così a tre i contagiati a Bologna. Uno di questi, l'impiegato di 42 anni positivo al Coronavirus in isolamento fiduciario, di cui si era parlato nei giorni scorsi, aveva trascorso la serata del 22 febbraio alla discoteca 'Vivi-Le Grotte' di San Pietro in Casale. Lo comunica l'Ausl in una nota. 

Oltre al nuovo caso - si tratta di un uomo sposato con due figli, ricoverato ieri con polmonite -  e all'impiegato di 42 anni, a essere contagiata sotto le Due Torri era stata anche una ragazza di 23 anni, ricoverata al Sant'Orsola in una stanza delle Malattie Infettive.