ROSALBA CARBUTTI
Cronaca

Muzic, la sindaca Pd più votata: "Il profilo giusto è Priolo"

Eletta per la terza volta ad Argelato con il 77%, lancia la candidatura della vice del governatore "Matteo ha ragione: il nostro territorio è centrale. Da qui parta l’indicazione di Irene".

Muzic, la sindaca Pd più votata: "Il profilo giusto è Priolo"

Muzic, la sindaca Pd più votata: "Il profilo giusto è Priolo"

Bologna, 14 giugno 2024 – Claudia Muzic ha appena calato il tris ad Argelato incassando un ’bulgaro’ 77 per cento.

E, da sindaca più votata del territorio metropolitano, appoggia in toto la proposta di Matteo Lepore di mettere al centro Bologna nella scelta del prossimo candidato o candidata del centrosinistra per le Regionali.

Sindaca, Lepore fa bene a rivendicare un ruolo di primo piano per Bologna nel post-Bonaccini?

"Sono molto d’accordo. Il nostro territorio è azionista di maggioranza del Pd. Basta vedere anche i 189mila voti del partito nella città metropolitana e i 70mila sotto le Torri. Giusto, quindi, che da Bologna arrivi un’indicazione. Irene Priolo, vicepresidente della Regione, ex sindaca di Calderara è una donna capace. A lei spetterà la reggenza della Regione dopo che Bonaccini lascerà per andare a Bruxelles e si è saputa distinguere nella gestione dell’alluvione. Credo che da Bologna sia una persona che ha qualcosa da dire...".

Nella sfida delle Regionali dove si fanno i nomi del sindaco di Ravenna de Pascale e dell’assessore regionale Colla, Priolo potrebbe essere l’unica bolognese...

"Irene ha un profilo estremamente adeguato alla sfida. L’ho conosciuta quand’era sindaca di Calderara e io al primo mandato ad Argelato: ha la giusta preparazione".

Priolo ha mandato un messaggio a Lepore dopo le esternazioni dell’altro ieri: "Si confronti coi sindaci metropolitani". Che cosa ne pensa?

"Una giusta sollecitazione. Quando si parla di Bologna non si può non parlare della città metropolitana dove ci sono tanti sindaci. Il nostro territorio ha tanto da dire".

Lei alle Comunali ha preso il 77 per cento: qual è il segreto?

"La squadra e il fatto di essere un punto di riferimento del territorio. Per noi la campagna elettorale non è mai finita".

Intanto prosegue la campagna per i ballottaggi interni al centrosinistra a Castel Maggiore, Casalecchio e Pianoro. C’è stato qualche errore da parte del Pd?

"Eviterei di creare divisioni, certe analisi si fanno dopo. Oggi dobbiamo unirci tutti per vincere. Il Pd ha avuto un’ottima performance in tanti comuni: Elly Schlein sta facendo un grande lavoro e Stefano Bonaccini (che ho votato al Congresso) è stato un grande traino per il partito".