I carabinieri della Stazione di Alto Reno a casa del signor Malavolti
I carabinieri della Stazione di Alto Reno a casa del signor Malavolti

Alto Reno Terme (Bologna), 25 dicembre 2020 – Una storia di Natale. Che ha come protagonisti un anziano di Alto Reno Terme e i carabinieri della locale stazione. “Buongiorno, mi chiamo Malavolti Fiorenzo, ho 94 anni e sono solo in casa, non mi manca niente, mi manca solo una persona fisica con cui scambiare il brindisi di Natale. Se ci fosse un militare disponibile, dieci minuti a venire a trovarmi perché sono solo…”. Questa la telefonata ricevuta questa mattina dall’operatore della centrale operativa di Vergato. Appresa la notizia, i carabinieri della Stazione di Alto Reno Terme (BO) si sono recati a casa dell’anziano che li stava aspettando.

Il punto Anziana chiama il 112 e si fa trovare con le valigie: "Non voglio rimanere sola"

Alla vista dei militari, Fiorenzo si è emozionato e li ha accolti in un caloroso brindisi di Natale. Immancabili gli aneddoti che il signor Malavolti ha raccontato ai due carabinieri, come quello del suocero, il maresciallo Francesco Sferrazza che all’epoca della Seconda guerra mondiale comandava la Stazione dei carabinieri di Porretta Terme, poi distrutta durante i bombardamenti.

La presenza dei due militari, due chiacchiere, un brindisi e una videochiamata che gli stessi hanno fatto ai parenti di Fiorenzo per condividere con loro quei momenti di gioia, hanno cambiato le sorti di una giornata particolare. Un fatto analogo era accaduto qualche giorno fa, quando i carabinieri sempre della medesima Stazione di Alto Reno erano andati in soccorso di un altro anziano, che da giorni era rimasto al freddo a causa di un’anomalia dell’impianto di riscaldamento.