Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
6 lug 2022
6 lug 2022

"Nuova Porrettana, cantiere nei tempi previsti"

La conferma del sindaco Bosso in consiglio comunale. E il commissario avvia le procedure di esproprio per lo stralcio sud dell’opera

6 lug 2022

Il parcheggio alla Casa della salute di Casalecchio riaprirà con qualche mese di ritardo, ma il cantiere della Nuova Porrettana procede secondo i tempi previsti e il commissario straordinario ha dato il via anche alle procedure di esproprio sui terreni interessati dallo stralcio sud.

Il punto sulla progressione dei lavori della prima tranche (lo ‘stralcio nord’) della Nuova Porrettana è stato fatto nel corso dell’ultimo Consiglio comunale, con il dettaglio delle ricadute sulla vita quotidiana della cittadina sul Reno, che questa opera l’attende da oltre mezzo secolo.

"Il cantiere sta rispettando i tempi previsti", ha detto il sindaco Bosso, mentre l’assessore ai Lavori pubblici, Paolo Nanni, rispondendo ad una domanda di Andrea Tonelli (Lista civica) ha chiarito che, per le difficoltà di reperire i materiali necessari, la sistemazione del parcheggio della Casa della Salute slitterà inevitabilmente a settembre.

Domani il commissario straordinario al ponte Leonardo da Vinci e al nodo ferrostradale di Casalecchio, Eutimio Mucilli, interverrà nel consiglio comunale straordinario di Sasso Marconi per fare il punto sul progetto di parziale rifacimento del ponte sul Reno.

Ma sarà forse anche l’occasione per parlare della Nuova Porrettana, che a ottobre compie un anno di cantiere (sui tre previsti), finanziato con 135 milioni di euro, per realizzare la parte più complessa di questo nuovo asse stradale che congiungerà Casalecchio a Borgonuovo. Si tratta dello stralcio nord lungo 2,1 chilometri composto da due corsie per senso di marcia. La nuova arteria si svilupperà pressoché parallelamente all’autostrada del Sole, con un passaggio in trincea sotto il cavalcavia della Porrettana e fino all’innesto allo svincolo di Faianello.

Il secondo stralcio, meno costoso e con minori ‘interferenze’, non risulta però ancora finanziato, anche se il commissario Mucilli ha fatto pubblicare sul sito ufficiale dell’Anas l’avviso rivolto alla ventina di proprietari dei terreni interessati dai lavori degli ultimi due chilometri di strada statale. "L’avvio della procedura per la definizione degli espropri è un’ottima notizia per la nostra amministrazione ed è un segnale positivo rispetto al prosieguo dell’iter progettuale dell’opera che andrà a completare il cantiere ora in corso – commenta fiducioso il sindaco Bosso –. Anche grazie all’operato del Commissario incaricato, siamo fiduciosi di poter arrivare nei prossimi mesi all’approvazione del progetto definitivo".

Gabriele Mignardi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?