Bologna, 24 gennaio 2018 - Dall'inizio dell'anno circolano in città venti nuovi bus BredaMenarinibus Citymood di 12 metri (VIDEO), con motorizzazione Euro 6, prodotti da Industria Italiana Autobus. I nuovi mezzi (FOTO), con ventuno posti a sedere, sono provvisti di climatizzazione integrale per un comfort maggiore e di un pianale integralmente ribassato per agevolare la salita e discesa, oltre a due postazione attrezzate rispettivamente per il trasporto di persone in carrozzina e per ospitare un passeggino aperto.

“Completano l'insieme filoviario che è asse portante dei trasporti cittadini – chiosa Giuseppina Gualtieri, presidente Tper –, l’IIA ha vinto il bando indetto dando vita a questi bus che si uniscono ad altri duecento mezzi già rinnovati”. L’acquisto di 20 nuovi Citymood ha comportato un investimento di 4,3 milioni di euro, versati al 50% da Tper e al 50% dalla regione Emilia Romagna con l’utilizzo di fondi ministeriali.

BUSGC_28402001_144550

“Tper si distingue, in questo modo, a livello nazionale – spiega Irene Priolo, assessore ai trasporti –:bisogna essere sempre più sostenibili e rinnovare la qualità dei mezzi, dunque il comfort degli stessi”, sottolineando, poi, che il piano di rinnovamento in programma è molto ricco. Infatti, agli inizi del 2019, entreranno in campo 44 nuovi mezzi, firmati Tper e IIA, che ha nuovamente vinto l’appalto, a metano liquido. “Queste new entry saranno un’anteprima non solo a livello nazionale, bensì europeo – prosegue fiera la Gualtieri – permetteranno percorsi e collegamenti anche extraurbani in quanto il metano liquido riesce a fare più percorrenza”.

“Investiremo il 30% nei nuovi mezzi a metano liquido – precisa Raffaele Donini, assessore regionale ai trasporti – l’evoluzione è importante, nel 2019 avremo tutti i treni interamente nuovi in Emilia Romagna e vogliamo arrivare a rinnovare il 20% della flotta degli autobus”.

Si è detto fiero del risultato anche Stefano Del Rosso, amministratore delegato di IIA, “è un passo importante verso la sostenibilità ambientale e siamo felici di aver vinto ambo i concorsi, Menarini è un simbolo bolognese dagli anni sessanta”.