Quotidiano Nazionale logo
15 apr 2022

Nuovi semafori, più luce con meno energia

Sostituiti da Hera Luce 24 impianti: garantiscono un risparmio del 75% e permettono la chiamata pedonale per i non vedenti

Tecnico al lavoro su uno dei nuovi impianti semaforici
Tecnico al lavoro su uno dei nuovi impianti semaforici
Tecnico al lavoro su uno dei nuovi impianti semaforici

Riqualificati gli impianti semaforici di San Giovanni in Persiceto e installati, per la prima volta nel comune, sistemi per chiamata non vedenti. Hera Luce, società del Gruppo Hera che gestisce il servizio di illuminazione pubblica e semafori a Persiceto e seconda in Italia nel settore, in collaborazione con l’amministrazione comunale ha portato a termine la riqualificazione complessiva degli impianti semaforici installati sul territorio, dopo essere già intervenuta sugli impianti di illuminazione.

L’intervento, iniziato nell’ottobre scorso, ha riguardato 24 dei 28 impianti presenti e garantirà un risparmio energetico del 75% rispetto alla situazione precedente grazie all’utilizzo di lanterne a led. Per consentire una migliore resa e l’ottimizzazione dei consumi, a monte dei lavori sono stati effettuati dei rilievi per poi passare alla progettazione esecutiva e infine alla realizzazione dei lavori. La riqualificazione ha compreso anche l’installazione per la prima volta a San Giovanni in Persiceto del sistema di chiamata e segnalazione acustica per i cittadini non vedenti. E ha riguardato anche la sostituzione di tutti i quadri di comando di ogni singolo semaforo, ora quindi già predisposti per una futura gestione da remoto.

"Credo che sia importante – dice il sindaco di Persiceto Lorenzo Pellegatti – dimostrare ai cittadini che quando parliamo di riqualificazione urbana, di sicurezza, di risparmio energetico o di attenzione per pedoni e ciclisti non ragioniamo solo in astratto ma puntiamo a risultati molto concreti. E per dare un’idea dell’entità del risparmio possiamo equipararlo al consumo medio annuale di circa 20 appartamenti".

"La maggiore illuminazione che la tecnologia a led fornisce agli impianti di pubblica illuminazione – aggiunge il primo cittadino – ci ha inoltre fatto guadagnare anche in visibilità notturna e quindi in sicurezza, aspetto che riteniamo di assoluta priorità per il nostro territorio". L’intervento sui semafori ha comportato un investimento complessivo di 128 mila euro, di cui circa 64 mila a carico del Comune e altrettanti a carico di Hera Luce. L’investimento da parte di quest’ultima è coperto dal risparmio energetico garantito dall’intervento, per cui il canone di gestione non ha subito variazioni.

Pier Luigi Trombetta

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?