Bologna, 5 dicembre 2020 - Il cambio di colore con il ritorno dell'Emilia-Romagna in zona gialla non cambia il calendario scolastico. Cambierà - e di molto - la situazione dal 7 gennaio, quando il calendario segna il ritorno in classe dopo le vacanze di Natale: quel giorno torneranno sui sospirati banchi anche gli studenti delle scuole superiori, anche se al 75%. Per loro la mascherina sarà sempre obbligatoria anche al banco durante le lezioni (ecccezione consentita solo per chi ha patologie o disabilità che rendono impossibile portarla).

Emilia Romagna torna zona gialla da domenica - Zona gialla: regole su spostamenti, negozi e ristoranti. Cosa si può fare e cosa no

Per elementari e medie, invece, il tasso di presenza in classe sale - sempre dal  7 gennaio - al 100%: anche qui mascherina obbligatoria con eccezioni. Gli unici che sono esentati dall'obbligo di mascherina sono i piccoli di nidi e materne.

Il primo stop alle lezioni è però dietro l'angolo: martedì 8 dicembre è l'Immacolata Concezione. Poi per un po' di riposo dai libri bisogna arrivare al 24 per le vacanze di Natale che dureranno fino al 6 gennaio. Non abbastanza - e non a caso - per consentire una gita sugli sci, visto che gli impianti apriranno la stagione in 7 gennaio. 

Gimbe: Rt in calo in Emilia Romagna e Marche. Ma ospedali in affanno 

Se la neve terrà e non ci saranno ulteriori cambiamenti se ne riparla per le vacenze di Pasqua che quest'anno sono dall'1 al 6 aprile. Alle vacanze ‘lunghe, nel 2021 si aggiungono le feste nazionali: 25 aprile, anniversario della Liberazione; 1° maggio, festa del Lavoro e 2 giugno, festa nazionale della Repubblica.

Ultimo giorno di scuola: 5 giugno 2021. Eventuali vacanze extra, sono decise in autonomia dai singoli istituti