Omicidio Giuseppe Balboni, i vigili del fuoco a Tiola

Bologna, 25 settembre 2018 - È stato trovato morto in un pozzo a Castello di Serravalle, in provincia di Bologna, in località Tiola (VIDEO), il 16enne Giuseppe Balboni, residente a Ciano di Zocca, nel Modenese e scomparso da lunedì 17 settembre.

AGGIORNAMENTO Chiesto il carcere per l'amico - La disperazione dell'ex fidanzatinaGiuseppe ucciso dall'amico. Lo strazio, familiare colto da malore  

Delle indagini si occupano i carabinieri e il caso è seguito anche dalla procura per i minorenni guidata da Silvia Marzocchi. In serata un minorenne, amico della vittima, ha confessato l'omicidio ed è stato sottoposto a un provvedimento di fermo. 

Non è ancora chiaro per gli inquirenti, anche dopo l'interrogatorio, il movente che ha portato all'omicidio. Per sparargli il giovane accusato del delitto avrebbe utilizzato la pistola del padre legalmente detenuta.

Il cadavere è stato trovato all'interno di un pozzo profondo circa tre metri, ma con un'apertura molto piccola che ne ha reso difficile il recupero (FOTO), vicino a una casa privata, sulle colline quasi al confine tra le province di Bologna e Modena.

I vigili del fuoco sono intervenuti anche con i sommozzatori, il corpo del giovane è stato portato via attorno alle 16.30.

Gli investigatori dei carabinieri, coordinati dalla Procura per i minori di Bologna, hanno sentito diversi minorenni, conoscenti e amici di Giuseppe Balboni.

Nella zona del ritrovamento del cadavere, erano stati trovati negli ultimi giorni prima lo scooter (VIDEO), poi la giacca nera, e domenica il portafoglio. Proprio a Tiola il telefonino del ragazzo aveva agganciato per l'ultima volta le celle del ripetitore. Da lì poi più alcun segnale.

BALBONIGC_33892277_170645

Tiola è la località, ricca di vigneti ma anche di case abbandonate e altre isolate, in cui il ragazzo avrebbe dovuto incontrarsi con un coetaneo proprio la mattina del giorno in cui poi è scomparso per fare colazione assieme. Lo scooter, un Malagauti Phantom F12 di colore rosso, era stato trovato invece sotto uno strato di foglie secche come se qualcuno l'avesse voluto nascondere alla vista altrui.

image

Il dolore degli amici. Alcuni compagni di Giuseppe si sono trovati per portare dei fiori vicino al luogo dove è stato ritrovato il suo corpo. Hanno ricordato come fosse un bravo ragazzo anche se con lo spirito un po' ribelle: se qualcosa non gli andava a genio lo faceva capire senza troppi preamboli. I tre amici si erano rivolti ai carabinieri per aiutare nelle ricerche finché questa mattina è arrivata la terribile notizia. E adesso sono sconvolti e increduli.

Del caso di Giuseppe Balboni si era occupata anche la trasmissione Chi l'ha visto? di Rai3.

LEGGI ANCHE La disperazione del padre dopo la scomparsa