Terza dose del vaccino: a Bologna si parte con gli operatori sanitari over 60
Terza dose del vaccino: a Bologna si parte con gli operatori sanitari over 60
Bologna, 19 ottobre 2021 - I nuovi contagi sono scesi da 57 a 35, di cui 28 sintomatici, 20 sono inseriti in focolai e 15 sporadici. Scuole "Situazione di stabilità": così Paolo Pandolfi, direttore del Dipartimento di sanità pubblica, tratteggia la situazione del virus nelle scuole. "Sono 110 i contagiati, 98 ragazzi e 12 operatori sanitari, mentre calano le classi in quarantena – osserva – che passano da 24 a 19 e le persone coinvolte da 200 a 144, anche grazie alle nuove modalità di quarantena. Ieri seconda tornata di test salivari alle elementari di Sasso Marconi, oggi all’Ic 12 Farini, poi domani...

Bologna, 19 ottobre 2021 - I nuovi contagi sono scesi da 57 a 35, di cui 28 sintomatici, 20 sono inseriti in focolai e 15 sporadici.

Scuole

"Situazione di stabilità": così Paolo Pandolfi, direttore del Dipartimento di sanità pubblica, tratteggia la situazione del virus nelle scuole. "Sono 110 i contagiati, 98 ragazzi e 12 operatori sanitari, mentre calano le classi in quarantena – osserva – che passano da 24 a 19 e le persone coinvolte da 200 a 144, anche grazie alle nuove modalità di quarantena. Ieri seconda tornata di test salivari alle elementari di Sasso Marconi, oggi all’Ic 12 Farini, poi domani in una media di San Giovanni in Persicento e venerdì alla media Ic 5 in città".

Incidenza e Rt

"Il virus circola ancora – osserva l’epidemiologo – perché l’Rt è a 0,84, mentre l’incidenza la scorsa settimana era di 35 casi ogni 100mila abitanti".

Operatori sanitari

Giovedì inizieranno le terze dosi per gli operatori sanitari over 60. "È prevista la partecipazione dei medici competenti e in parte le somministrazioni saranno fatte negli ospedali", spiega Pandolfi. Al Maggiore, così come in altri ospedali, l’organizzazione è a cura del Dipartimento infermieristico.

Ausl e medici di famiglia

L’accordo sulle terze dosi contro il Covid non è ancora arrivato. Ieri si è tenuto un vertice tra Ausl e Fimmg, la Federazione dei medici di medicina generale. "Un’intesa difficile? Ci stiamo lavorando – risponde Salvatore Bauleo, segretario provinciale Fimmg – e ci incontreremo ancora oggi e domani. A noi hanno attualmente consegnato il vaccino antinfluenzale adiuvato in una quantità adeguata per iniziare a vaccinare gli ultraottantenni, ma purtroppo non abbiamo le dosi anti Covid per la co-somministrazione". L’Ausl, intanto, assicura che "da oggi inizierà la distribuzione dei vaccini contro il Covid". La campagna antinfluenzale parte il 25 e in alcuni studi di medici di famiglia sono iniziate le prenotazioni per gli over 75, ma non per le fasce di popolazione di età inferiore. "Al momento è disponibile il vaccino antinfluenzale adiuvato, più idoneo per i grandi anziani e per chi risponde poco a livello immunitario – precisa Marco Cupardo, vicesegretario provinciale Fimmg con delega alla formazione –, mentre per il quadrivalente, riservato a chi ha meno di 75 anni, attendiamo le indicazioni".

La copertura

Con due dosi è coperto il 77,1% della popolazione vaccinabile, con una l’8,5%, le terze dosi sono salite a 7.318. I non vaccinati sono il 14,4%.

Prime dosi

Dal 20 al 26 settembre le prime iniezioni erano state 10.369, scese a 7.007 nei sette giorni successivi e a 5.905 dal 4 al 10 ottobre, mentre dall’11 al 17 se ne sono registrate 5.591. In Emilia Romagna, nello stesso periodo, le prime dosi sono scese da 50.548 a 30.265 e nell’ultima settimana, la fascia d’età che si è protetta di più va dai 30 ai 39 anni, con 7.048 iniezioni.

Ricoveri

Negli ospedali oltre 80 ricoverati. In terapia intensiva 13 pazienti, uno in più. Tra Sant’Orsola e Ausl 37 malati in degenza ordinaria Covid e 31 in bassa intensità nel privato accreditato.