Bologna, 12 settembre 2018 - Nuova vita per il parcheggio di largo Nigrisoli, davanti all'ospedale Maggiore, oggetto di un progetto di automatizzazione varato dal Comune anche per dare risposta ai problemi di sicurezza più volte segnalati. "Il 19 di questo mese sarà attivato", annuncia Sauro Rossi, ceo di Park It, azienda specializzata nella fornitura di soluzioni integrate per la sosta a pagamento.

"La tecnologia deve facilitare gli accessi, ma lì risolve anche problemi legati alla sicurezza", afferma Rossi nel corso della presentazione della Settimana europea della mobilita'. Il manager di Park It accenna a "sistemi di telecamere" e "controllo delle targhe", che in "un'area limitata a chiusa" possono servire ad arginare "fenomeni notturni e persone che vanno a violare la sicurezza giornaliera degli utenti". Sulle innovazioni di cui godrà il parcheggio del Maggiore "vi aggiorneremo la prossima settimana", taglia corto l'assessore alla Mobilita', Irene Priolo. Un'idea ce la si può fare in base alla presentazione delle proprie attivita' fornita da Park It, che a  Bologna è già presente nei parcheggi dell'Autostazione, di Fico, del Caab e dell'ex Staveco. Alla voce "sistemi di automazione del controllo degli accessi", ad esempio, l'azienda propone casse automatiche e soluzioni di ingresso-uscita abbinate "ad un sistema di riconoscimento delle targhe dei veicoli", che "consentono agli utenti di accedere a tutte le aree di parcheggio con barriere con semplicita' e sicurezza", anche tramite l'utilizzo di pagamento Qr code, contatcless e Nfc. Tra gli altri prodotti, poi, Park It propone parcometri multimediali, guide in grado di indicare in tempo reale i posti liberi all'interno di un parcheggio e colonnine di ricarica elettrica con comunicazione wireless.

Leggi anche: parcheggiatore abusivo denunciato al Maggiore