Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Ozzano, rogo alla Cna. Uffici inagibili

La dirigenza: “Distrutta la stanza in cui erano alloggiati server e attrezzature tecnologiche”

di BEATRICE GRASSELLI
Ultimo aggiornamento il 11 settembre 2018 alle 07:15
L’intervento dei vigili del fuoco

Ozzano (Bologna), 11 settembre 2018 - Le fiamme si sono levate poco dopo le 19. E soprattutto grazie alla prontezza dei vicini e al rapido intervento dei vigili del fuoco non si sono propagate nel resto dello stabile. A causa del fumo che nel corso dell’incendio ha invaso l’appartamento, una famiglia ha dovuto trascorrere la notte di domenica fuori casa. L’edificio nel suo complesso non ha subito però danni strutturali. Unica a restare inagibile è la sede di Cna Ozzano, dove per cause ancora da accertare, nella stanza in cui erano alloggiati il server, i collegamenti e le attrezzature tecnologiche, nella serata di domenica, a uffici chiusi, si è sprigionato improvvisamente un incendio.

Le persone che abitano accanto alla sede che occupa due piani di un edifico storico recentemente ristrutturato in via Giovanni XXIII, si sono messi subito sul chi va là quando hanno sentito un odore acre farsi sempre più insistente e hanno visto uscire del fumo dalle finestre dei locali. Così hanno subito chiamato i vigili del fuoco, i quali nel giro di mezz’ora sono riusciti a domare le fiamme. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri e il sindaco Luca Lelli che ha provveduto personalmente ad avvisare la dirigenza di Cna che giunta sul posto ha dovuto prendere atto della gravità dell’accaduto. Nonostante il rapido intervento dei pompieri, l’incendio ha lasciato dietro di sé una scia in cui i danni si contano numerosi.

“La stima è ancora in corso – fanno sapere da Cna –. Sicuramente sono state danneggiate le strumentazioni. Anche gli altri locali della sede sono stati però interessati dall’incendio, dove sono stati causati danni ai mobili alle attrezzature e anche al soffitto della sede”. Intanto la famiglia che ha passato la notte fuori casa è rientrata nella sua abitazione, dove – assicura il sindaco Luca Lelli – “non sussiste alcun problema di inagibilità”.

Più lunghi, invece, si preannunciano i tempi per la riapertura della sede. “Dipende dalle tempistiche degli accertamenti e dalla stima di quanto dovrà essere riparato e sostituito – proseguono da Cna – Ci vorranno certamente diverse settimane. Ci stiamo impegnando comunque per far durare il minimo questo periodo”. Con oltre 300 imprese associate, la sede di Ozzano fornisce numerosi servizi riguardanti soprattutto le consulenze amministrative, fiscali, tributarie alle attività produttive del territorio. E l’obiettivo adesso è ridurre al minimo i disagi ai propri soci. “Abbiamo inviato immediatamente un messaggio agli associati spiegando l’accaduto e dando i contatti diretti di imprese e consulenti. Nell’arco di pochi istituiremo comunque uno spazio provvisorio nelle vicinanze alla sede di Ozzano in cui i soci potranno ricevere i servizi necessari”.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.