MOLESTI Uno dei parcheggiatori abusivi che ogni giorno  si ritrovano  in largo Nigrisoli
MOLESTI Uno dei parcheggiatori abusivi che ogni giorno si ritrovano in largo Nigrisoli

Bologna, 8 luglio 2017 - Sempre gli stessi. Sempre più molesti e impudenti. Si tratta del gruppetto di romeni che esercita - abusivamente, ovvio - la professione di parcheggiatori di fronte all’ospedale Maggiore. E che, malgrado i controlli, i fogli di via e le denunce (anche più di una a testa al giorno) continua, imperterrito, a stazionare in largo Nigrisoli, proseguendo nella ‘attività’.

L’altra mattina, ad esempio, un romeno di 32 anni è stato denunciato dalla polizia, intervenuta, come capita con cadenza quotidiana, nel piazzale, sia in maniera autonoma che su segnalazione. L’uomo, finito nei guai per molestie, era già destinatario di un foglio di via e, in questa stessa settimana, era stato denunciato sia lunedì (due volte in tre ore) che mercoledì per molestie e inottemperanza all’ordine del questore di lasciare Bologna. Con lui sono stati controllati giovedì mattina altri due romeni, uno di 35 anni e uno di 27. Quest’ultimo, lunedì, era stato denunciato sempre dalla polizia perché, come il compare, non aveva obbedito all’ordine del questore di lasciare la città. Il fratello del ventisettenne, invece, di 22 anni, è stato denunciato sia mercoledì che giovedì, anche per minacce e resistenza.

La situazione «è del tutto fuori controllo», afferma Lucia Borgonzoni, consigliera comunale della Lega nord. Le azioni messe in campo da polizia e vigili urbani, precisa, «non riescono a produrre il risultato sperato». Il controllo di quell’area da parte della municipale «è una priorità – assicura al question time Riccardo Malagoli, assessore alla sicurezza di Palazzo d’Accursio – e viene effettuato con frequenza quotidiana». Dall’inizio dell’anno, spiega l’assessore, sono stati effettuati «numerosi interventi di contrasto» ai parcheggiatori abusivi (70 sanzioni, «ma si tratta di nullatenenti e senza fissa dimora») e all’accattonaggio molesto (10 sanzioni). «Sono state inoltre denunciate due persone per rifiuto di fornire le generalità e tre per inottemperanza al foglio di via». Troppo poco, secondo la Borgonzoni, che propone «l’utilizzo di guardie giurate per allontanare persone spesso aggressive e pericolose».