Passante, un mezzo al lavoro giorni fa in via Zanardi
Passante, un mezzo al lavoro giorni fa in via Zanardi

Bologna, 27 aprile 2018 - Primi carotaggi, il Passante accelera di colpo. Sono apparse nei primi giorni di questa settimana alcune ruspe al limitare di via Zanardi, nei pressi dei civici 329 e 329/2. Proprio all’ombra della tangenziale, sono stati effettuati alcuni carotaggi in giornata: buca riaperta, buca richiusa. Ma di cosa si è trattato davvero? Dei cantieri veri e propri no, ovviamente, non è ancora il momento.

La spiegazione la dà direttamente Società Autostrade. «Al momento sono attive lungo la tratta indagini geognostiche da parte della ditta Tagliavini, su incarico della ditta Servizi Geotecnici. Tali indagini geotecniche di approfondimento sono funzionali allo sviluppo del progetto definitivo in corso e rientrano nelle attività di routine per la progettazione».

Confermati quindi da Autostrade i racconti di alcuni residenti che hanno notato la presenza dei mezzi. Tra di loro c’è Luca Ferrerio, che aveva chiesto delucidazione direttamente agli operai, abitando lì di fianco. «Mi hanno detto che erano lavori inerenti all’allargamento della tangenziale e dell’autostrada – spiega Ferrerio –. Sono rimasto stupito, perché non me l’aspettavo». Ferrerio è contrario: «Un’opera che non vuole nessuno, solo la politica». Ferrerio è uno dei cittadini che ha ricevuto la lettera con il vincolo preordinato all’esproprio. «Dovrebbero prendersi una parte del mio terreno. Vedremo. Io spero che vada a buon fine la richiesta di sospensione che i nostri parlamentari di Lega, Cinque Stelle, Forza Italia e Fratelli d’Italia stanno portando avanti a Roma».

Sul tema espropri, il neoparlamentare Galeazzo Bignami sta portando avanti in questi giorni dei sopralluoghi con aziende che hanno avuto la lettera. «La contrarietà manifestata dalla stragrande maggioranza dei bolognesi rispetto alla soluzione prospettata – spiega il deputato forzista – si sta traducendo nell’accelerazione inaccettabile da parte di Autostrade e dei soggetti istituzionali coinvolti. È inaccettabile, si valuti Il Passante sud».

Il consigliere comunale Francesco Sassone «Siamo molto preoccupati per l’ennesima fuga in avanti di Autostrade che, senza nemmeno aspettare la Conferenza dei servizi, ha iniziato a saggiare i terreni interessati dai lavori – spiega il forzista – quasi come se l’ok all’opera fosse già certo o addirittura scontato. Ricordiamo che sull’iter procedurale del Passante pendono decine e decine di osservazioni negative portate dei cittadini. Ma tutto ciò evidentemente non basta. Pretendiamo che almeno questa volta l’amministrazione comunale si faccia valere e che imponga un immediato stop di questi lavori ad Autostrade».