I nodo tangenziale e autostrada a Bologna (foto Dire)
I nodo tangenziale e autostrada a Bologna (foto Dire)

Bologna, 27 marzo 2019 – Tre corsie in tangenziale e tre corsie più quella d'emergenza in autostrada per senso di marcia. E' questa la soluzione per il Passante che Comune, Città metropolitana e Regione hanno scelto nel ventaglio di ipotesi proposte dal ministro alle Infrastrutture Toninelli.

In gergo tecnico, si chiama l'ipotesi 'A evoluta' e si traduce in un allargamento di 4 metri dell'infrastruttura. In particolare, la terza corsia in tangenziale sarà realizzata nel tratto tra lo svincolo 3 (interconnessione ramo verde/Casalecchio) e lo svincolo 13 (San Lazzaro).

Ecco la soluzione 'A evoluta', quella scelta

Inoltre – spiega la Regione – è previsto “ un ampliamento a quattro corsie, in carreggiata sud tra gli svincoli 6 e 8 e in carreggiata nord tra lo svincolo 8 e l’immissione alla A13”. Gli enti locali chiedono, però, che le corsie di immissione e uscita dalla tangenziale, che si trovano a una distanza di circa 600-800 metri l'una dall'altra, siano ricavate esternamente alla terza corsia, la cui continuità deve essere assicurata lungo tutto il tracciato della tangenziale. Infine, tra le nuove proposte c’è il prolungamento della galleria antirumore fra gli svincoli 8 e 9 e ripristino dello svincolo 9 in carreggiata sud, sia in uscita che in entrata.

Soprattutto, gli enti locali vogliono andare a vedere sui 120 milioni di euro di risparmio annunciati da Toninelli anche per la 'A evoluta'. "Vogliamo valutare in cosa si sostanzia dal punto di vista progettuale quel risparmio", sottolinea l'assessore comunale Irene Priolo. Visto che questo lavoro deve essere fatto in conferenza dei servizi, per gli enti locali è indispensabile sia convocata a stretto giro, magari "nel giro di pochi giorni" come chiede l'assessore regionale Raffaele Donini. "Anche per dare credibilità al lavoro fatto da noi e dal ministero", chiosa ancora Priolo.

Ovviamente nel pacchetto compaiono anche le altre opere che facevano parte del progetto Passante, dalla intermedia di pianura al completamento della lungo Savena. Ma gli enti locali chiedono ora al Governo di portare a compimento anche progetti come la terza corsia della A13 Bologna-Padova fino a Ferrara sud (460 milioni di euro) e la quarta corsia della A14 tra San Lazzaro e il bivio per Ravenna (360 milioni), oltre alla complanare nord (83 milioni). "E' urgente sbloccare anche queste opere", sottolinea il consigliere delegato della Città metropolitana Marco Monesi.