Il funerale di Patrick Majda
Il funerale di Patrick Majda

Bologna, 18 maggio 2019 - "Ciao Patrick, sei sempre stato una persona sorridente e solare, così voglio ricordarti". "Aveva in sé tantissima allegria, ci contagiava con le sue risate e ci investiva con la sua positività". "Ogni volta che ballerò, rivedrò nei piedi di chi danza le sue scarpe". Questi sono solo alcune delle parole con cui amici e famigliari hanno salutato Patrick Majda, il 40enne di Castenaso, che insieme alla sua compagna, Luciana Grieco, da anni lottava per sconfiggere quel tumore del colon, un adenocarcinoma mucinoso, che gli aveva messo in pausa la vita.

Una chiesa gremita di persone (FOTO), commozione, lacrime e un forte rammarico per la perdita di una persona che fino alla fine aveva cercato di vincere la morte. Una battaglia che ha scosso gli animi di tutto il mondo, da quando Luciana aveva lanciato una richiesta di aiuto su 'GoFundMe' per tentare di raccogliere 500mila euro e cercare di dare una possibilità a Patrick accedendo a cure sperimentali negli Usa, a Philadelphia. In migliaia hanno aderito e la raccolta aveva raggiunto quasi l'obiettivo, superando i 400mila euro in pochi mesi. La campagna aveva avuto il sostegno anche di molte persone dello spettacolo come Gianni Morandi che aveva realizzato un video, Alessandro Bergonzoni e Gigi D'Alessio. Anche il mondo dello sport ha cercato di contribuire alla causa: sostegno è arrivato sia dallo stesso Bologna Calcio che dall'ex cestista Carlton Myers. Il tempo, però, non è stato sufficiente.

"Non posso che ringraziare di cuore tutti quelli che ci hanno aiutato, dato una spinta e di fatto ci hanno donato una speranza- dichiara commossa la compagna al termine del funerale-. Ancora non so bene come gestiremo i soldi raccolti, ma sicuramente o andranno restituiti o andranno in beneficienza, anche se non sappiamo bene a chi per ora".