Quotidiano Nazionale logo
4 mag 2022

Bologna, a Persiceto piazza del Popolo invasa da uno sciame d’api

La polizia ha transennato l’area. Intervento di un apicoltore per ’raccogliere’ gli insetti in un’arnia e spostarli fuori dal centro città

pier luigi trombetta
Cronaca
L’apicoltore intervenuto per ’raccogliere’ gli insetti in un’arnia e allontanarli
L’apicoltore intervenuto per ’raccogliere’ gli insetti in un’arnia e allontanarli

Persiceto (Bologna), 4 maggio 2022 - Un angolo della centralissima piazza del Popolo di Persiceto è stata transennata l’altro pomeriggio a causa della presenza di un grande sciame d’api. Dei passanti hanno dato l’allarme ed è intervenuta una volante del commissariato di Persiceto. E gli agenti di pubblica sicurezza hanno circoscritto la zona dove stazionavano le api, praticamente a ridosso del portone d’ingresso della imponente Collegiata di San Giovanni Battista. Allo stesso tempo è stato chiamato un apicoltore del Centro Maieutica di via Palma che è intervenuto con l’attrezzatura necessaria per raccogliere le api in un’arnia e portale via sane e salve dalla piazza. L’intervento dell’esperto è durato circa due ore. "Con la fine di aprile e l’inizio di maggio - spiega l’apicoltore Guglielmo Guidi -, inizia un periodo di lavoro molto intenso per gli apicoltori; perché, in questi primi mesi primaverili, si verifica il fenomeno della ‘sciamatura’.

In pratica quando nasce una nuova ape regina la vecchia va via dall’alveare e si porta al seguito parte di giovani api operaie e qualche fuco. Questo per lasciare spazio alla nuova ape regina. Ma non si allontana subito dall’alveare. Staziona per circa un giorno nei pressi. Questo succede perché aspetta di avere un certo numero di api operaie che la seguono. E allo stesso tempo l’ape regina vecchia intercetta altre api in volo di passaggio".

Guidi continua: "Successivamente la vecchia ape regina parte e vola via, compiendo distanze anche di 20 - 30 chilometri andando a cercare il luogo per insediare un nuovo alveare. E li continuerà a fare uova per alcuni altri anni per poi morire. Il muro della Collegiata è noto per la presenza di alveari ed evidentemente, in alto, c’è un alveare che ora conta di una ape regina appena nata". E gli interventi della polizia di Stato riguardo gli animali non sono finiti. Perché ieri mattina, alcuni agenti di una volante sono dovuti intervenire nei pressi dell’ospedale Santissimo Salvatore. In un giardino del nosocomio stazionavano infatti due grandi pavoni. Pier Luigi Trombetta

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?