BOLOGNA - INAUGURAZIONE BAGNI PUBBLICI ZONA UNIVERSITARIA, LA PRESENTAZIONE
NELLA SALA ROTONDA GLUCK DEL TEATRO COMUNALE, NELLA FOTO MILENA NALDI
BOLOGNA - INAUGURAZIONE BAGNI PUBBLICI ZONA UNIVERSITARIA, LA PRESENTAZIONE NELLA SALA ROTONDA GLUCK DEL TEATRO COMUNALE, NELLA FOTO MILENA NALDI

Bologna, 16 dicembre 2015 - La zona universitaria di Bologna, finalmente, ha i suoi bagni pubblici (foto): i due vespasiani donati dal trust “Ad hoc” finanziato da Paola Pavirani (inaugurati oggi ma gia’ in funzione) e i servizi igienici allestiti dal Comune in piazza Verdi nei locali concessi dall’Università (aperti da oggi con una gestione temporanea in capo all’amministrazione, dopo che il bando è andato deserto).

I due vespasiani “di terza generazione”, progettati da Roberto Maci, sono in via del Guasto e in largo Respighi: il primo, per uomini, è costituito da una canalina di scolo riparata da una lastra d’acciaio; il secondo, per donne, è invece una struttura chiusa accessibile anche ai disabili. I due vespasiani (saranno puliti tre volte al giorno e con costanti report sulla situazione) sono costati 45.000 euro a cui aggiungere 5.000 euro per la costituzione del trust.

Da oggi, inoltre, sono in funzione (dalle 14 alle 2 con presenza di un operatore) anche i nuovi servizi in piazza Verdi: fino a luglio li gestirà la stessa società che si occupa degli altri bagni comunali, grazie alle risorse risparmiate con la temporanea chiusura per lavori dei wc di via IV Novembre. A gennaio, poi, il Comune ritenterà di affidarli (la prima gara, fallita, prevedeva l’assegnazione gratuita ad un soggetto interessato ad aprire un’attività commerciale nello spazio che fa da ingresso ai bagni).

Ed è solo l’inizio di un’operazione più vasta: tramite il trust (che resterà aperto), infatti, si collocheranno altri vespasiani “contestualizzati” in altre zone del centro. Strutture simili, ma con un’unica tipologia, verranno poi sistemate (con fondi del Comune) nei quartieri, sostituendo i bagni a gettone: si comincerà con uno in piazza dell’Unità, due in zona Fiera e uno all’angolo tra via Gramsci e via Galliera.