Sul fatto indagano i carabinieri
Sul fatto indagano i carabinieri

San Giorgio di Piano (Bologna), 2 gennaio 2019 - Attimi di terrore l’ultimo giorno dell’anno alla stazione ferroviaria di San Giorgio di Piano. Due malviventi hanno messo a segno infatti una rapina a mano armata al bar – tabacchi Metrò, il locale che si trova appunto negli edifici della stazione ferroviaria. Il bilancio della rapina è di un bottino di circa 2.400 euro e di due rapinatori che, almeno per il momento, l’hanno fatta franca, visto che si sono dileguati nel nulla dopo il colpo.

Tutto è successo la sera del 31 dicembre, mentre tutti si apprestavano a festeggiare la fine dell’anno e l’inizio del 2019. Intorno alle 19.30 due uomini, approfittando di un momento favorevole e del buio, sono entrati nel bar che è tavola fredda, tabacchi e ricevitoria del lotto, nascondendosi il volto. I due hanno fatto capire sin da subito le loro intenzioni; hanno minacciato il barista e preteso la consegna dei soldi della cassa. La situazione è precipitata quando uno dei due malviventi a un certo momento ha estratto una pistola, non si sa se vera o finta, e il barista non ha potuto far altro che tirar fuori il denaro presente in cassa, circa 2.400 euro, ovvero l’incasso delle giornata. Quindi i due rapinatori, una volta agguantate le banconote, sono scappati via.

E’ stato dato l’allarme e sul posto sono intervenuti prontamente i carabinieri della locale stazione che hanno accertato i fatti raccogliendo le testimonianze del caso. I militari dell’Arma hanno effettuato anche un’ampia perlustrazione nei dintorni, ma i malviventi sono riusciti a far perdere le proprie tracce.

I carabinieri stanno ora investigando sull’accaduto, sulla base delle testimonianze raccolte, per risalire all’identità dei rapinatori. Non è chiaro se i due criminali fossero di nazionalità straniera o se fossero degli italiani. E si deve chiarire anche l’aspetto della pistola utilizzata dai rapinatori; ovvero se sia trattato di un’arma vera o semplicemente di una pistola giocattolo priva del tappo rosso. Da quanto si è potuto apprendere non ci sarebbero altri testimoni della rapina a mano armata, se non il barista del locale della stazione.