Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
27 mag 2022

Resto del Carlino Break, con il Qr Code il giornale si scarica al bar

La nuova iniziativa per la lettura digitale a prezzo agevolato per gli esercenti realizzata in collaborazione con Ascom

27 mag 2022
giorgia de cupertiniis
Cronaca

Bologna, 27 maggio 2022 - Una pausa di riflessione, intrattenimento, lettura. Ma soprattutto un momento di informazione, che sappia decifrare le nuove esigenze dei lettori e reinventare la tradizione, consentendo ai cittadini la possibilità di sfogliare il quotidiano con un semplice ‘click’. Così Qn - il Resto del Carlino e Ascom hanno dato il via all’iniziativa “il Resto del Carlino Break - La tua pausa quotidiana”, un’idea che, attraverso la fusione di elementi imprescindibili quali innovazione, mondo digitale e rapporti umani, si presenta come un unicum nel suo genere.

Michela Colamussi, Luisa Guidone, Michele Brambilla e Giancarlo Tonelli
Michela Colamussi, Luisa Guidone, Michele Brambilla e Giancarlo Tonelli

In che modo? Estendendo a tutti gli Associati Ascom la possibilità di offrire ai propri clienti una nuova esperienza di lettura digitale e consultare il quotidiano ovunque si desideri, senza vincoli di geolocalizzazione né temporali: gli esercenti che hanno aderito all'iniziativa, infatti, esporranno all'interno degli spazi della propria attività una locandina con un QR code di accesso a un portale dedicato e regaleranno ai clienti un codice univoco, che permetterà di scaricare la copia del quotidiano di quel giorno gratuitamente, da leggere dove e quando vorranno. Il progetto darà così la possibilità di partecipare acquistando, a un prezzo agevolato, diversi tagli di codici univoci, necessari allo sblocco della copia singola, raggiungendo il duplice scopo di fidelizzazione della clientela e di promozione della lettura del quotidiano digitale. 

Il Carlino si scarica con un Qr code
Il Carlino si scarica con un Qr code

La nuova sfida ha già coinvolto numerose realtà - dai bar, fino ai negozi di abbigliamento, concessionarie e molto altro - che già stamattina hanno potuto entrare nel vivo del progetto partecipando alla presentazione ufficiale tenutasi alla sede Ascom in strada maggiore, a cui è seguito un cocktail offerto da Re Sole.

L’iniziativa, però, rimane aperta a tutti gli associati che intendono aderire: sul sito https://www.ilrestodelcarlino.it/landing/break/ordina-coupon/ si potranno acquistare i coupon, mentre si potrà inviare una e-mail a esercentiascom@robin.it per ottenere tutte le informazioni a riguardo.

“Questa possibilità ci permette di entrare in maniera significativa nel settore più all’avanguardia dell’innovazione tecnologica e digitale - sottolinea Giancarlo Tonelli, direttore generale ConfCommercio Ascom - Il Carlino ha accompagnato tante pagine dell’evoluzione del nostro modo di vivere e di lavorare. Oggi, come possiamo vedere, ne nasce una nuova, che ci dà la possibilità di entrare direttamente all’interno di un contesto dove a parlare è il futuro. E che ci aiuta a creare le condizioni di un rapporto ancora più forte con commercianti e clienti”.

“Si incontrano così due anime della città - aggiunge Michele Brambilla, direttore Qn- Il resto del carlino -. I commercianti e il giornale sono elementi che caratterizzano il modo di essere di Bologna. Non sono solo coloro che vendono, ma sono coloro che hanno un rapporto di fiducia con le persone e cambiano lo spirito di un luogo”. Anche secondo Luisa Guidone, assessora comunale con deleghe all’economia di vicinato e commercio, “si instaura così un equilibrio fra economia di prossimità e digitalizzazione. Il mondo sta cambiando ma c’è bisogno di avere certezza, e l’editoria è un elemento che determina la democraticità. I giornali rappresentano uno strumento per combattere le fake news e le politiche d’odio”.

“Il covid ha sdoganato il concetto del Qr code, consentendo la possibilità di inquadrare con il cellulare, e sempre più di frequente, un determinato codice e arrivare a sbloccare dei contenuti, così come i menù dei ristoranti - aggiunge Michela Colamussi, director of transitino to digital and innovation Monrif - I giovani e gli adulti hanno imparato un nuovo modo di usare il cellulare: perché, allora, non farlo anche per leggere il giornale? E convincere così anche le nuove generazioni che il quotidiano è informazione certificata”.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?