Gli agenti delle Volanti davanti al sangue in via dello Scalo
Gli agenti delle Volanti davanti al sangue in via dello Scalo

Bologna, 15 dicembre 2019 - Schizzi di sangue a sporcare quel poco di neve rimasta nel cortile tra i palazzi di via dello Scalo. La polizia sta lavorando per ricostuire i motivi che, l’altra sera intorno alle 23,30, hanno portato all’accoltellamento di un brasiliano di 22 anni, colpito con diversi fendenti alla testa e alle mani.

A segnalare una rissa tra più persone nel parco di via dello Scalo alla centrale operativa della polizia è stato un residente, allertato dalle urla che arrivavano dalla strada. Il cittadino, però, non è riuscito a descrivere di preciso cosa stesse accadendo e, quando le Volanti sono arrivate, ormai non c’era più nessuno, né il ferito, né l’aggressore. I poliziotti si sono messi al lavoro per cercare di ricostruire l’accaduto e, soprattutto, per riuscire a rintracciare il ferito, vista la quantità di sangue che aveva perso.

In questo caso l’aiuto ai poliziotti è arrivato direttamente dal policlinico Sant’Orsola che ha chiamato il 113 per segnalare l’arrivo, in pronto soccorso, di un ragazzo brasiliano con diverse ferite da arma da taglio alla testa e alle mani, fortunatamente per lui non troppo profonde. I poliziotti hanno quindi raggiunto l’ospedale e identificato il ventiduenne, già conosciuto perché carico di precedenti.

Lui, agli agenti, non ha riferito niente, né ha dato spiegazioni utili a capire i motivi dell’aggressione. Le sue condizioni non sono comunque gravi, le coltellate non sono arrivate in profondità. Intanto, in via dello Scalo era stata inviata anche la Scientifica, che si è messa al lavoro per cercare elementi utili a rintracciare l’accoltellatore. Che, probabilmente, era in compagnia di altre persone, stando almeno alla testimonianza del residente. La polizia sta scavando tra le conoscenze del brasiliano, per capire se quella dell’altra sera sia stata un’aggressione fine a se stessa, scatenata da futili motivi, oppure se il ventiduenne sia stato accoltellato per una vendetta per vecchi rancori maturati nell’ambito della microcriminalità cittadina.